Le vere credenze di Scientology: Marcab, Helatrobus, l'Uomo di Piltdown e le Forze di Invasione

Di Chris Owen

Titolo originale del saggio: Bodies in Pawn; ultimo aggiornamento 10 maggio 1997.

Traduzione e note a cura di Martini

 

Non si dovrebbe mai ridere delle credenze religiose altrui. Ma è difficile non sorridere delle ossessioni bizzarre di L. Ron Hubbard su civiltà aliene, ostriche traumatizzate e Forze di Invasione Galattiche. Le religiosità degli scientologisti è davvero lontana da quella di gran parte delle altre persone. Prendiamo questo annuncio comparso a pag. 39 del numero 105 della rivista Source (1997) [1]:

 
 
COME HA FATTO LA TERRA A DIVENTARE UN PIANETA PRIGIONE?

DOVRESTE SAPERLO, C'ERAVATE!

Nella sua più recente Research & Discovery Series, Volume 10, Ron spiega:

Gran parte di voi sono Crew One [Equipaggio Uno] - Crew One dell'universo MEST. E questa è la discarica finale. La Terra è una sorta di prigione. Siete sulla traccia da circa 60 trilioni di anni. Qui troverete mescolati altri equipaggi. Si tratta di designazioni a cui la gente risponde, gente tra l'altro che è qui da molto meno tempo, come 3 trilioni di anni o qualcosa del genere.

La domanda vera è:

COME È POSSIBILE USCIRNE?

… leggerete del fenomeno dei corpi-pedina - una esperienza terribile sulla traccia.

…Pagina dopo pagina, l'inspiegabile diventa spiegabile: la storia degli implants umani, perché l'entheta fa aumentare il peso corporeo delle persone, un'impressionante spiegazione delle entità, una mappa dell'intera traccia, la storia degli implants, che tipo di universo esisteva prima dell'attuale. Ecco le risposte che cercavate, che desideravate, per cui vi struggevate, relative a letteralmente miliardi di anni.

 

Molto strano.

Ma torniamo indietro un momento. Che cos'è «la traccia [intera]»? Che cosa sono le entità? Che cosa sono gli implants? Sono tutti elementi esotici che hanno a che fare con un punto chiave della credenza di Scientology: le vite precedenti. Dianetics, predecessore di Scientology, trattava solamente la vita presente. Hubbard tuttavia scoprì di essere in grado di "far regredire" le persone sempre più indietro, lungo la "traccia del tempo" della vita intera. Alla fine scoprì la possibilità di "ricordare" eventi così lontani come l'incontro sperma-ovulo, o addirittura precedenti il concepimento:

«Le registrazioni pre-sperma sono abbastanza comuni. La sequenza stessa dello sperma è degna di nota, dal momento che è una gara di cui gli spermatozoi sono del tutto consapevoli. Le traversie che lo spermatozoo deve sopportare per raggiungere l'ovulo sono numerose. C'è una "visio" [immagine] della gara, che è abbastanza standard. In questa sequenza c'è abbastanza spesso una luce, un bagliore. Lo spermatozoo raggiunge l'ovulo e vi si unisce. Questa fusione costituisce un altro episodio traumatico, il concepimento.

Esistono anche registrazioni della sequenza pre-ovulo, ma non sono comuni. Il rotolamento dell'ovulo giù per la tuba uterina, di solito è registrato».
(L. Ron Hubbard, Storia dell'Uomo, ed. 1990 pag. 36-37 [2])

Nel 1951 Hubbard "scoprì" che il corpo umano ospitava due diversi organismi: una «entità genetica» (GE) e un diverso, etereo «essere theta», o thetan. Entrambe le entità esistevano da lunghissimo tempo, ma il thetan era arrivato sulla Terra soltanto da circa 35.000 anni. Nel frattempo comunque entrambe le entità avevano patito molte esperienze traumatiche. Hubbard dettagliò tali esperienze nel libro del 1951 intitolato What to Audit (successivamente ribattezzato Storia dell'Uomo) che deve costituire senz'altro uno dei libri più bizzarri che siano mai stati scritti: è davvero così brutto da risultare divertente. Come un commentatore ebbe sagacemente a dire, «oscilla incerto tra le fantasie di uno scolaro e un documento medico pseudo-scientifico».
 

Entità Genetiche, Ostriche e "Il Piltdown"

La prima parte di Storia dell'Uomo descrive prove e tribolazioni della GE. Nel corso della propria esistenza essa era stata:

«gli antropoidi che abitavano le oscure foreste di continenti dimenticati o i molluschi che cercavano di sopravvivere sulle spiagge di mari ormai scomparsi».
(L. Ron Hubbard, Storia dell'Uomo, ed. 1990 pag. 50 [2]).
Ora si capisce come mai il mollusco sia divenuto tristemente noto tra critici e commentatori di Scientology.

Hubbard metteva in guardia:

«A proposito, se volete un consiglio, evitate di discutere questi episodi con i profani: chi non conosce Scientology piuttosto bene potrebbe restimolarsi brutalmente. Se doveste descrivere l'"Ostrica" a qualcuno, potreste restimolargliela a tal punto da causargli gravi dolori delle articolazioni mascellari. Una di tali vittime, dopo aver ascoltato la descrizione della morte di un'ostrica, non poté usare la mascella per tre giorni. Un'altra "dovette" farsi estrarre due molari a causa del "mal di denti" che ne seguì. L'Ostrica e tutti gli altri traumi genetici sono molto vivi nella GE e possono essere restimolati facilmente. Quindi non siate sadici, non descriveteli alle persone, a meno che, naturalmente, non si intestardiscano a sostenere che l'uomo non possiede una memoria genetica della sua evoluzione. In tal caso, descriveteli minuziosamente. Questo convincerà queste persone, oltre ad arricchire il vostro amico dentista, che non potrebbero davvero esistere senza quei traumi ed episodi della linea evolutiva!»
(L. Ron Hubbard, Storia dell'Uomo, edizione 1990, pag. 50 [2]).
Ancora oggi gli engram dell'Ostrica possono causare grande sofferenza:
«Gli epicentri situati nei legamenti, più tardi diventeranno le articolazioni mascellari dell'uomo. Se desiderate avere una conferma di questo fatto, descrivete a qualche profano la morte di un'ostrica senza dire quale evento state descrivendo. "Prova a immaginare un'ostrica sulla spiaggia che freneticamente apre e chiude la conchiglia" (fate con il pollice e l'indice dei rapidi movimenti di apertura e chiusura). Può darsi che la vittima poco dopo si prenda la mascella fra le mani e si senta angosciata. Può addirittura succedere che debba farsi togliere alcuni denti. Come minimo si chiederà se la conchiglia alla fine rimane aperta o chiusa. E parlerà, senza che nessuno abbia accennato al fatto che si trattava di una morte, della "povera ostrica", e si sentirà emotivamente alquanto triste.

All'ostrica capitò un numero sorprendente di disavventure per una creatura così piccola. A volte le entravano dei corpi estranei nella conchiglia e non riusciva più ad espellerli. Oppure la sua conchiglia, una volta aperta, si bloccava e non riusciva più a richiuderla. Altre volte si staccava accidentalmente dalle roccie [sic] del fondo finendo inevitabilmente nel tumulto della risacca. Oppure, durante la bassa marea, restava ad arrostire sotto un sole cocente, una situazione piuttosto critica che talvolta si restimola durante un'insolazione.

Il metodo di procreazione usato dall'ostrica era, o meglio è, quello agamico tramite spore. La spora era collocata internamente all'imboccatura delle valve dove era libera di crescere. Alla fine diventava grande abbastanza per divenire un'ostrica autosufficiente e se ne andava. C'è, da parte dell'ostrica, un senso di protezione per queste spore ed una certa tristezza per la loro partenza. Ma riguardo alle spore c'è da dire dell'altro. Le spore erano come dei cirripedi. Quando l'ostrica veniva gettata sulla spiaggia, le spore erano ancora vive nelle conchiglie. Il sole poi uccideva le cellule interne dei "cirripedi" mentre le cellule esterne di rivestimento vivevano ancora. Le cellule interne morte formavano allora un gas che, per il calore, esplodeva violentemente con grande dolore per le cellule esterne dei "cirripedi" ancora in vita. Questa esplosione era improvvisa e dolorosa. Queste spore fornirono così dei traumi che permisero ai denti umani di avere un modello di riferimento. Gli engram di antiche esplosioni sono tuttora drammatizzati dai denti i quali, sotto stress, scoppiano o sembrano scoppiare. Audire alcune di queste esplosioni elimina rapidamente il dolore ad un dente».
(L. Ron Hubbard, Storia dell'Uomo, edizione 1990, pag. 56-57 [2]).

Altrove Hubbard commenta che il lettore potrebbe pensare che l'autore "abbia perso qualche rotella". Ha davvero ragione.

Ma gli engram delle ostriche non rappresentano neppure la metà delle peripezie della sfortunata GE. Essa infatti dovette affrontare anche traumi come l'Atomo, l'Impatto Cosmico, il Convertitore di Fotoni, il Soccorritore, il Lacrimante (anche noto come la Lagna, che ebbe «trilioni di disavventure»), e i Vulcani («fumare tabacco è una specie di drammatizzazione dei vulcani che, quantomeno, erano spettacolari»). Un engram particolarmente acuto è quello instillato dagli Uccelli:

«In un periodo successivo le creature della spiaggia, animali ancora dotati di conchiglia, ebbero i loro problemi con gli uccelli che nel frattempo si erano evoluti. Uccelli di struttura alquanto primitiva svilupparono infatti una predilezione per le ostriche. Le ostriche non possedevano un'adeguata difesa contro di essi. Se un'ostrica apriva la conchiglia, l'uccello vi infilava il becco o un artiglio. Se poi l'ostrica si chiudeva, l'uccello si levava in volo verso l'alto. Quando l'ostrica lasciava la presa, cadeva su una roccia e diventava cibo per l'uccello. Se invece l'ostrica non si chiudeva, diventava subito cibo per l'uccello.

Sensazione di cadere, indecisione ed altre difficoltà traggono la loro origine dagli Uccelli.»
(L. Ron Hubbard, Storia dell'Uomo, edizione 1990, pag. 60-61 [2]).

Evidentemente quando Alfred Hitchcock girò il suo film eponimo stava sfruttando una vena subliminale.

Le sfortune dell'Entità Genetica continuarono nell'infelice vita del Bradipo, infatti:

«Il Bradipo mostra bene la natura umana, per quanto riguarda le GE. "Lasciatemi in pace e io vi lascerò in pace" è la sua filosofia. Ma il bradipo era lento e facilmente attaccabile. La sua era una vita difficile. Cadeva dagli alberi quando veniva morso dai serpenti, oppure dai dirupi quando veniva attaccato dai babbuini. E il bradipo cercava di pensare. Negli episodi di questa serie troviamo i tentativi di pensare più penosi e pietosi. Il Bradipo è una serie di episodi e di disavventure caratterizzata, per lo più, dalla paura dei serpenti e di cadere.»
(L. Ron Hubbard, Storia dell'Uomo, edizione 1990, pag. 63 [2]).
Dal Bradipo Hubbard passa all'Uomo di Piltdown [sic]:
«Il primo vero esempio di natura umana si trova nell'Uomo di Piltdown. Questa creatura non è una scimmia, ma non è ancora completamente un uomo. Ha questo nome non perché sia esattamente il presunto "Uomo di Piltdown, ma perché in parte vi somiglia [nell'ed. citata dall'autore si parla di "real", "vero" Uomo di Piltdown, e non di "presunto"- ndt]. L'uomo di Piltdown contiene dei comportamenti un po' bizzarri, frutto di una strana "logica". Ad esempio si mostra pericoloso verso i propri compagni, mangia la propria moglie e svolge altre attività alquanto illogiche. I denti dell'Uomo di Piltdown erano enormi, per di più non badava molto a chi o cosa addentava, e spesso rimaneva molto sorpreso dal danno arrecato. Manie di mordere, sforzi per nascondere la bocca ed i primi problemi coniugali della traccia genetica si possono trovare nell'Uomo di Piltdown.»
(L. Ron Hubbard, Storia dell'Uomo, ed. 1990, pag. 64 [2]).
Sfortunatamente per Hubbard, nel 1952, un anno dopo la pubblicazione dell'edizione originale di What to Audit, l'Uomo di Piltdown venne smascherato come un falso. Come d'abitudine, nella nuova versione del libro, pubblicato con il titolo Storia dell'Uomo, si continua a tutt'oggi a riferirsi all'Uomo di Piltdown come a un fatto piuttosto che a una frode riconosciuta [3].

Storia dell'Uomo diventa ancora più improbabile quando Hubbard inizia a narrare la storia del thetan. Il libro ne indica l'origine prima a 60 trilioni di anni fa, poi a 70, e infine a 75 trilioni di anni fa. La descrizione della guerra tra thetans ed esseri MEST [fisici] assomiglia ad un pessimo racconto di fantascienza pulp degli anni '30:

«Gli esseri MEST, quando cercano di colonizzare un'area già occupata dai thetan vengono comunemente contrastati ed attaccati dai thetan stessi. Gli esseri MEST iniziano allora ad intrappolare e perseguitare i thetan, usandoli per motivare nuovi corpi MEST, una volta che il potere dei singoli thetan sia stato ridotto a poco o niente. I "loro" in cui vi imbatterete negli episodi sono esseri MEST. L'attuale Homo sapiens è un "loro". Gli esseri MEST (amnesia e un corpo MEST) attaccano i thetan che li minacciano. I thetan possono uccidere i corpi MEST scagliando una scarica d'energia contro di loro. Si sviluppa così una guerra tra thetan ed esseri MEST. Data l'elettronica e malgrado vi siano thetan non ancora soggiogati, si può affermare che gli esseri MEST abbiano praticamente vinto».
(L. Ron Hubbard, Storia dell'Uomo, edizione 1990, pag. 85-86 [2]).
È evidente che nel corso di questa guerra gli esseri MEST usarono "l'elettronica" per intrappolare i thetan e inculcare loro ("implantare") traumi spaventosi. Hubbard elenca una grande varietà di "incidenti" incontrati nelle vite precedenti, molti dei quali comprendono forme esotiche di tortura. Eccone una selezione:
«La Scatola-a-Sorpresa [4]: Si tratta di uno stratagemma usato dagli Invasori, un metodo per intrappolare i thetan. Serve a gettare lo scompiglio nei facsimili. Sebbene sia molto remoto, non è il più remoto. Semplicemente è il più remoto degli stratagemmi usati dagli Invasori. La zona abitata dai thetan viene invasa dagli esseri MEST. I thetan cominciano ad infastidire gli esseri MEST con gli "schiaffi elettronici" ecc. Gli esseri MEST allora ricorrono a trappole per thetan. Una di queste consiste nell'offrire ai thetan delle piccole scatole dall'aspetto invitante. Queste scatole contengono un mucchio di immagini. Poiché ai thetan piace accumulare facsimili, queste immagini sono molto apprezzate. Il thetan esamina le immagini. Trova che sono molto simili l'una all'altra. Ciascuna di esse mostra l'immagine di una scatola contenente delle immagini. Quando il thetan rimette a posto il coperchio, la scatola esplode violentemente. Istintivamente cerca di soffocare l'esplosione. A questo punto la sua aura di essere si riempie di immagini estremamente disorientanti, essendo immagini di scatole contenenti delle immagini… Troverete che un preclear che abbia questo episodio in restimolazione si sente attratto dalle scatole di cereali in fiocchi che riportano sulla confezione immagini di scatole di cereali.

Il Divisore: non crediate che solo i thetan siano stati implantati. Quando i corpi MEST invadevano un'area per cercare di conquistarla, generalmente diventavano schiavi dei thetan di quell'area, e i thetan non avevano alcuna pietà. A volte gli invasori si portavano dietro delle macchine elettroniche, loro unica difesa contro i thetan. I thetan abbastanza spesso si impadronivano delle macchine elettroniche e le usavano sui corpi MEST. Uno degli strumenti che i thetan usavano sui corpi MEST, era una specie di proiettile che sparava onde di energia metà chiare e metà scure. Nella stessa esplosione, una metà di queste onde, generalmente quella scura, colpiva la parte destra del corpo della vittima, l'altra metà, generalmente quella chiara, colpiva la parte sinistra della vittima. Questa scarica elettronica provocava una divisione artificiale della personalità della vittima in "due persone"… Non sempre la procedura adottata in questi episodi si manteneva costante. Talvolta anche i fianchi e la testa venivano presi di mira.

Il Divisore era anche corredato di simboli religiosi e in effetti inculca la religione. Da una parte un simbolo che rappresenta un diavolo viene proiettato nella luce, dall'altra angeli. Qualche volta era molto elaborato e complesso, presentando manichini di esseri umani nudi, di angeli, di diavoli, ecc. che si spostavano e danzavano su dei fili tesi.

Questo episodio creava dei tremendi problemi alla vittima. Creava un conflitto interiore, una parte di sé contro l'altra. Una era buona, l'altra era cattiva. Provocava una compulsione sessuale mescolata ad una compulsione religiosa, così che una dose eccessiva di piaceri rendeva la vittima un fervente religioso, qualche volta in una vita di crimini. Era un mezzo di controllo usato per creare dei conflitti interni nella società degli Invasori.

Facsimile Uno: Questo episodio si trova nel bank di tutti […] Nella maggior parte dei casi possiede un contenuto verbale che è abbastanza diversificato quando abbiamo a che fare con facsimili originali. Se possiede un contenuto verbale è successo al preclear negli ultimi dieci o ventimila anni. Ma originariamente fu introdotto in questa galassia circa un milione di anni fa.

Uno strumento simile ad un "macinacaffè" (nome che potrebbe benissimo essere usato per designarlo) veniva puntato contro il preclear che era investito da un'onda elettronica premente-traente, diretta alternativamente e a più riprese contro la parte sinistra e destra della vittima. Quest'onda installava profondamente nelle ossa un somatico che non si riesce ad eliminare se non lo si riconosce come una vibrazione, invece della cosa solida che sembra essere. Dopo aver subito questo trattamento, il preclear veniva gettato dapprima in acqua bollente, poi immediatamente dopo in acqua ghiacciata. Dopodiché veniva posto su una sedia girevole e centrifugato per bene. Il martellamento delle onde elettroniche lasciava la vittima gonfia e tumefatta, per questo di solito, concluso il "trattamento", veniva inviata in un ospedale pessimo (ma abbastanza moderno), dove restava per alcuni giorni. Qualche volta riceveva parecchi di questi "trattamenti" e dopo il primo si presentava in perfetto orario per il successivo.

Il Fac Uno è un classico meccanismo di controllo, inventato per stroncare le incursioni dei ribelli contro le installazioni degli Invasori. Fu probabilmente ideato dalla Quarta Forza di Invasione che lo somministrò senza alterarne la forma e il "rituale" originari, per un tempo considerevole. Forniva agli Invasori una comunità pacifica, docile, mansueta, e completamente aberrata sotto il profilo religioso. La parte più importante del Fac Uno, riguarda l'installazione del "mandato di comparizione". Questo somatico era un conato di vomito artificialmente installato dal "macinacaffè" nell'area dello stomaco durante la prima parte dell'episodio. Il macinacaffè inflisse dure "scosse" alla ghiandola pineale e ad altri organi. Annientò per sempre quasi tutto il potenziale della ghiandola pineale, relegandone le funzioni alla ghiandola pituitaria. Ridusse a mal partito anche tutte le altre ghiandole, e inflisse "scosse" altrettanto dure al nervo vago, per provocare ciò che tutti conoscono come "ansia di stomaco", spasmi intestinali incontrollabili ecc. ecc. Gli Invasori volevano che le persone si presentassero a rapporto quando venivano chiamate. Perciò il contenuto verbale (che non deve mai essere affrontato finché l'emozione e lo sforzo non siano stati scaricati) che si accompagna alle "scosse" inferte al nervo vago, si concentra sul far sì che il preclear si presenti verbalmente a rapporto quando viene convocato, e gli fa venire gli incubi all'idea di essere arrestato, o di avere a che fare con i tribunali o altre questioni legali. Per questo commettere crimini contro altri individui, e talvolta subire una qualunque azione legale, blocca il sistema ghiandolare e induce una reazione ansiosa che non ha eguali in qualsiasi altro punto della traccia. I vecchi poliziotti conoscono molto bene questo improvviso e fino ad allora inspiegabile crollo cui vanno soggetti i criminali, e la loro sensazione che la morte sarebbe preferibile al semplice arresto. È impossibile sopravvalutare l'effetto del Fac Uno in ambito legale […]

Il Rimbalzatore: il thetan veniva fatto rimbalzare su e giù in modo asimmetrico, finché non creava un facsimile che lo inchiodava o almeno così sembrava, sulla traccia del tempo.

La Trottola: un congegno, costituito da una sedia girevole, veniva usato per centrifugare il thetan finché non perdeva completamente l'orientamento. Questo episodio probabilmente ha dato origine ad espressioni e modi di dire come "perdere la bussola", intendendo così il diventare pazzi.

Il Dondolo: in questo episodio il thetan veniva cullato o fatto dondolare a sinistra e a destra, dolcemente e lentamente. Oggigiorno questo episodio viene drammatizzato da mistici che, non essendo abbastanza bassi di tono da morire, completano l'opera ripescando vecchi movimenti contenuti in implant elettronici ed eseguendoli finché acquistano il totale "controllo del corpo" con ciò intendono dire, senza saperlo, totale controllo da parte del corpo sull'"Io" (thetan) [punteggiatura originale].

Il Pugile: questo episodio è un cugino della "Trappola per Mosche". Serviva per trasformare il thetan in un perfetto automatismo di tipo stimolo-risposta. La vittima veniva colpita da ogni lato da un aggeggio non molto diverso da un guantone da box. Veniva poi costretta a rispondere a questi attacchi con la propria forza. Col tempo il thetan diventava abbastanza psicotico da restituire automaticamente qualunque movimento ricevesse […].

L'Educazione: dopo essere stato sottoposto alle varie fasi del "trattamento" di cui sopra, il thetan riceveva una completa istruzione. Naturalmente era di tipo ipnotico e reattivo (stimolo-risposta). Era il tipo di educazione che trasforma un essere pensante in un archivio di dati. Oggigiorno viene drammatizzata nelle università dato che non richiede abilità o istruzione.

La Trappola per Mosche: molto, molto tempo fa, nella parte più remota della traccia, molto tempo prima che apparisse la popolazione attuale, c'era una trappola per theta chiamata la Trappola per Mosche. Era fatta di un materiale vischioso. Il thetan che vi finiva dentro si dibatteva e lottava contro questo materiale finché non diventava abbastanza psicotico da ubbidire alle leggi della meccanica dell'universo fisico. Alla fine veniva tirato fuori da questa trappola da un gruppo di uomini pii che lo avevano intrappolato per il suo bene e che, lo catechizzavano su una sorta di soave e sciropposo spirito religioso finché non lo consideravano idoneo per entrare a far parte del loro gruppo. L'atteggiamento di questi personaggi era così premuroso, i loro modi così comprensivi che il thetan generalmente scappava non appena se ne presentasse l'occasione. Le lezioni di catechismo domenicali a volte restimolano brutalmente questo episodio, anche nel caso sia (e quasi sempre lo è) un secondo facsimile.
(L. Ron Hubbard, Storia dell'Uomo, edizione 1990, pagg. 113-136 [2]).

La Chiesa di Scientology ha affermato che Storia dell'Uomo è il prodotto di una "tecnologia vecchia" che non viene più usata. Tuttavia questo libro è ancora in uso, precisamente nel secondo livello di Thetan Operante (tornerò su questo punto tra poco).
 

Passato Imperfetto

Dopo queste notevoli "scoperte" del 1951 anche gli scientologist - gran parte dei quali erano appassionati di fantascienza, e di sicuro non è un caso - iniziarono a "ricordare" Forze di Invasione e implants. Il fatto permise la stesura delle seguenti definizioni (prese dal Dizionario Tecnico di Dianetics e Scientology, 1975 [5]):

«Forze d'Invasione - Invader Forces: 1. un popolo specializzato in elettronica. I popoli specializzati in elettronica di solito sono una linea evolutiva su di un pianeta con gravità elevata e così sviluppano l'elettronica. La ragione per cui si dice forza di invasione è perché in un certo periodo del suo sviluppo abbastanza vicino alla sua nascita essa partì alla conquista dell'universo mest. Potete aspettarvi qualsiasi cosa in termini di forme fisiche in particolare quelle che si adattano bene allo scopo particolare di questo gruppo. Di solito hanno creato qualche trucco come il Fac Uno. Il controllo è stata la cosa principale. Il modo per controllare il territorio è controllare la gente. 2. Ci sono 5 forze di invasione attive ed una in formazione, ma quella in formazione non è ancora attiva. Probabilmente passeranno vari milioni di anni prima che si incominci a vederla. Alcuni di voi sono entrati nella traccia 60 migliaia di miliardi di anni di universo mest fa ed alcuni di voi non sono entrati nell'universo mest che circa 3 migliaia di miliardi di anni fa, queste sono la forza di invasione uno e la forza di invasione due. Questi sono dati dell'Elettrometro confermati da prechiaro a prechiaro. Ora non vediamo nulla della forza di invasione tre sulla Terra. Semplicemente non ho trovato niente che derivi dalla terza. La forza di invasione quattro sta veramente avendo un bel po' da fare da qualche parte. Ogni tanto, pochi milioni di anni, qualche pianeta viene conquistato da una forza di invasione.» [Enfasi in originale-ndt].
Nel 1957 si tenne il 5° London Advanced Clearing Course sotto la supervisione di Hubbard e di suo figlio Nibs. Uno dei punti centrali del programma erano le vite precedenti. Venne condotta una "ricerca scientifica" in cui circa 70 studenti indagarono sulle vite passate l'uno dell'altro. Inutile dire che tutti "scoprirono" di aver davvero vissuto molte vite (anche se ci si chiede che cosa sarebbe successo se uno studente non avesse "confermato" le teorie di Hubbard). Secondo Cyril Vosper, uno di quegli studenti, «quando qualcuno aveva difficoltà a creare la propria storia, o piuttosto la gelatina della Vita Precedente, Nibs riempiva servizievolmente i buchi con dei suggerimenti». Questo forse spiega alcune storie bizzarre raccontate in un libro del 1958, Have You Lived Before This Life? [Hai Vissuto Prima di Questa Vita?] [6] che, dopo Storia dell'Uomo, deve essere uno dei libri più strani pubblicati in questo secolo.

Se non altro le storie raccontate da chi ha contribuito alla stesura del libro mostrano che la loro immaginazione non era da meno di quella di Hubbard. Molti ricordavano vite precedenti sulla Terra (che spaziavano dai coolies cinesi del 19° secolo ai soldati romani), ma diversi altri ricordavano vite precedenti extra terrestri estremamente strane. Ray Kemp scrisse:

«Questo si svolge in un periodo di nove galassie fa. Ero un maschio, nato da genitori spaziali. Sembra che abbia due o tre madri che sono morte, o sono state uccise. All'età di cinque anni andavo già in cerca di bordelli. A 9 chiesi a mio padre se potevo entrare nell'accademia spaziale. Tuttavia questo non avvenne fino a che non ebbi 14 anni. Ne ho 15 quando con altri ragazzi e ragazze vado via per tre mesi per imparare tutto su sesso e omosessualità. Quando ho 16 anni ammazzo mio padre durante una battaglia sul pianeta, ed entro nell'equipaggio di un'astronave. Sembra che ci faccio un viaggio, poi lascio l'astronave e ci torno a 19 anni. Poi imparo tutto su come si guida un'astronave, decolli ecc. Sull'astronave si pratica l'omosessualità, perché le donne sono concesse solo agli ufficiali.

L'omosessualità non mi interessava, e presto raggiunsi il grado di capitano e così potei avere una moglie tutta mia. Ebbe un bambino, e qualche giorno più tardi scoprii che mia moglie se la spassava con un altro ufficiale. Li feci processare e vennero condannati e inceneriti (fatti fuori con una speciale attrezzatura a raggi). Uccisi il bambino perché pensavo che non fosse figlio mio. Volevo tornare a casa così andai a cercare il capitano addetto a tutto l'equipaggio spaziale: lui sapeva dove fosse diretta la nave. Chiesi che l'astronave tornasse indietro, ma lui mi rispose "No". Impazzii e uccisi il capitano con le mie stesse mani e feci a pezzi il suo corpo. Poi mi recai nel salone principale e schiacciai il bottone che suonava la campana dell'adunata. Chiesi che venisse messo ai voti il dietrofront dell'astronave per tornarcene a casa. Il 65% disse "Sì". Mentre stavo parlando all'equipaggio sentii una pistola sulla schiena, e venni condotto nel corridoio da degli ufficiali. Urlavo e mi dibattevo perché non volevo andare alla Zap machine (una pistola a raggi per distruggere i corpi).

Comunque ci arrivai e il mio corpo venne trattenuto contro la parete con delle morse, le mani piatte contro il muro. Questa parete era fatta di uno speciale materiale in grado di ricevere i raggi, di uno spessore di un metro o due. Sentii il calore del raggio, finché non stetti così male che lasciai il corpo. Quando la testa fu bruciata tutta le morse si aprirono automaticamente e il corpo cadde in una trincea del pavimento, le braccia aperte. Sulle braccia venne scaraventata una grande trappola di metallo che le staccò dal corpo, anche le braccia vennero gettate nella trincea e il coperchio della trappola venne sollevato, poi scaraventato di nuovo giù. Il mio corpo cadde in un contenitore spaziale e venne espulso dall'astronave da una pressione tremenda. La bara spaziale aveva il suo motore che la faceva uscire dall'astronave».
(L. Ron Hubbard (ed.), Have You Lived Before This Life?, 1958)

È facile capire come mai si trattò di un evento traumatico. Un altro scientologista, Harry Dorfman, ricordò qualcosa di ancora più bizzarro:
«C'era una fantastica fabbrica spaziale con animali d'oro che pendevano concentricamente da tutto il soffitto, soprattutto elefanti e zebre, appesi per il collo. Sembravano compatti, ma periodicamente esplodevano o implodevano. Non esisteva gravità, nemmeno vicino ai pianeti. Dentro c'erano quattro grandi ruote di mulino. Durante l'incidente guardavo il tempo da entrambi i lati, come vederlo fatto in una specie di circolo da fuori dal tempo. Perciò è difficile dire se i dischi di un caso erano macinati e ridotti in piccoli animali (io penso fosse così) o se gli animali venissero compressi per formare i dischi. Credo che poi gli animali venissero gonfiati dopo essere stati fatti esplodere attraverso un totem e poi trasmessi (attraverso animali esterni?) ad altri pianeti…

La parte principale e più spaventosa, e la più impenetrabile, dell'incidente era la sensazione di attesa e di contare fino a trenta per premere un pulsante. Ciò che sarebbe successo non era chiaro. O facevo esplodere un pianeta, ne ho fatto esplodere uno, o non riuscivo ad impedire che esplodesse. Per questo penso che un prete barbuto a cui ero stato denunciato, tradito dai miei colleghi, mi punì mandandomi a lavorare al mulino. Verso la fine c'è anche la pressante idea che tutto questo sembra essere accaduto a un corpo-robot».
(L. Ron Hubbard (ed.), Have You Lived Before This Life?, 1958)

Dal surreale al superbamente ridicolo: un altro scientologista ricordò come era stato incenerito da un vescovo marziano:
«Il preclear era su Marte, senza corpo, 469.476.600 anni fa, causava disastri, distrusse un ponte e degli edifici. La gente venne chiamata da un allarme del tempio. Il PC [preclear] andò lì e distrusse il banco posteriore e anche il campanile. Girovagò per il paese e vide una bambola alla finestra, e rimase intrappolato cercando di muovere le membra. La gente lo catturò, picchiò e gettò la bambola dalla finestra (una caduta di 10 metri). La bambola venne portata brutalmente al Tempio e venne incenerita da un vescovo, con una pistola a raggi, mentre la congregazione cantava "God is Love". Quando la gente se ne andò la bambola, fuori controllo, avanzò barcollando ma venne investita da una grossa automobile e da un rullo compressore. Allora venne ricondotta dal Vescovo che ordinò che fosse portata (in un camion assieme ad altri) a scavare trincee o fossati per i 2000 anni successivi (l'intero incidente è durato circa 2.000.000 anni). Poi fu portata via, e venne rimosso il corpo e al PC venne promesso un corpo nuovo. Il thetan (PC) si recò ad una stazione implant e venne inglobato in un blocco di ghiaccio e poi andò su un disco volante e fu sganciato sul Pianeta ZX 432. Venne attirato verso un edificio da un emanatore. Il PC venne interiorizzato, facendolo girare vorticosamente e tramite confusione, dentro uno stupido corpo robot da addestramento e indottrinamento. In qualche modo, non molto chiaro, venne fatto un trasferimento ad un altro corpo robot e al PC venne detto di badare ad esso per sempre. Fece rapporto ad un villaggio (dopo un dubbio incontro con un gigante e un colpo di calore) e venne incaricato alla supervisione dello scarico merci dei dischi volanti. Incenerì e ammazzò un altro robot, e il PC si impossessò del suo corpo per dimostrare che poteva lavorare. Il PC venne punito e rimesso nel primo robot, e mandato via su un disco volante. Esso esplose durante il tragitto e il corpo del robot piombò nello spazio dividendosi in due, con il PC che cercava vanamente di prendersi cura di esso, e del secondo corpo. Questo venne risucchiato dalla partenza del disco volante, e cadde nelle acque di un molo. I sub lo ripescarono, ma il PC lo lasciò lì, crede, per prendersi cura dell'altro corpo.
(L. Ron Hubbard, (ed.), Have You Lived Before This Life?, 1958]
Altri scientologist hanno ricordato di essere caduti da astronavi, essere stati colpiti da meteoriti, aver condotto vite felici sotto forma di tricheco e anche di «essersi innamorati di un robot agghindato come una bellissima ragazza dai capelli rossi».

Originariamente il libro prevedeva un seguito che doveva intitolarsi Where Are You Buried? [Dove sei sepolto?] in cui gli scientologisti venivano invitati a localizzare i luoghi di sepoltura dei corpi precedenti. Ma il progetto venne abbandonato - forse le persone consultate furono incapaci di ricordare i dettagli in modo sufficientemente accurato. È davvero un peccato: se avesse raggiunto gli alti standards di Have You Lived Before This Life sarebbe stata una lettura interessante.

 

Paradiso, Helatrobus e gli Hoi-Polloi

L'impavida esplorazione nel bizzarro di Hubbard continuò negli anni '60, forse aiutata dai barbiturici che gli venivano prescritti per "uso agricolo". Il 1963 fu un anno particolarmente buono per i pronunciamenti strani. Quella primavera Hubbard fece una "svolta" strabiliante: molti dei problemi dell'uomo erano causati da "implants" inculcati a forza nei thetans trilioni di anni fa. L'11 maggio annunciò di essere stato in Paradiso - affermazione che negli anni a venire avrebbe tormentato lui e la sua chiesa. Risultò che il Paradiso era in realtà una truffa gigantesca. «Il simbolo del Cristo crocefisso» osservò Hubbard, «è davvero molto acuto. È il simbolo di un thetan tradito». Hubbard datò l'implant del Paradiso a «43.891.832.611.177 anni, 344 giorni, 10 ore, 20 minuti e 40 secondi dalle 22:02½ Orario Diurno di Greenwich del 9 maggio 1963». Immagino che nessuno gli avesse detto che non esiste alcun "Orario Diurno di Greenwich".

Il Paradiso, disse Hubbard, non era assolutamente ciò che ci si potrebbe aspettare:

«I cancelli della prima serie sono ben fatti, ben costruiti. Un viale di statue di santi conduce ai cancelli. Le colonne del cancello sono sormontate da angeli di marmo. Il terreno di ingresso è molto ben tenuto, disposto come i Bush Gardens di Pasadena che così spesso si vedono nei film. A parte le cabine dove vengono consegnati gli implant che si trovano sui due lati del viottolo ci sono altri rumori e suoni come se i santi si stessero difendendo o stessero redarguendo qualcuno. Queste cose non sono importanti per l'incidente.

La seconda serie, probabilmente nello stesso luogo, mostra ciò che un trilione di anni di atti overt fa (oppure è un ulteriore stratagemma per collassare il tempo). Il posto è trascurato. La vegetazione morta. Le colonne sono rovinate. I santi sono svaniti. Anche gli Angeli. Un cartello su una di esse (quella a sinistra quando "entrate") dice "Questo è il Paradiso". Sulla destra c'è scritto "Inferno". Il posto è circondato da una semplice staccionata di fil di ferro. A fianco e all'esterno della colonna di destra c'è una garitta per la sentinella. La strada che "conduce su" ai cancelli è profondamente erosa. Avvicinandosi ai cancelli si vede una effigie di Giuseppe, completa di vestiti abbandonati (ma non si muove) che conduce un asino che "porta" la Madonna originale e il bambino da "Betlemme". Le cabine di implantaggio si trovano su entrambi i lati di questo viottolo "d'ingresso", a livello del suolo […]

A causa degli implant e delle deduzioni si pensava che il posto stesse in cielo come un'isola galleggiante. In realtà si tratta semplicemente di un luogo in alta montagna di un pianeta e il viottolo dei cancelli si perde in una gola, molto erosa e nuda fin dai tempi del secondo implant, ma che all'epoca del primo [implant] era fittamente ricoperta di foreste e dolcemente digradante […].

La prima serie in realtà inizia con l'arrivo in una "cittadina" (visto che tutto è a ritroso per sconvolgere il senso del tempo). Questa "cittadina" consiste di un tram, alcune facciate di edifici, marciapiedi, rotaie, una pensione, un bistro posto in un seminterrato dove c'è una "bacheca" ben illuminata e UN EDIFICIO DI UNA BANCA [bank].

La banca è il punto chiave di interesse. È interessante il fatto che usiamo la parola "bank" (in realtà presa dall'informatica) per indicare la mente reattiva […].

Sembra che sul posto ci sia gente. Ma sono tutte effigi. Sembrano radioattive. Il contatto con esse provoca dolore. Non ci sono esseri umani. Ma effigi che sembrano umani svolgono azioni improvvise, ripetitive con lunghe pause tra l'una e l'altra. Nel "seminterrato" si vedono questi manichini che fanno andare delle macchine.

La pensione proprio all'inizio ha un ospite-manichino e una gerente in kimono e scialle che legge un giornale.

Non ho visto diavoli o demoni [Forse perché si presume che questo sia il Paradiso? - nda].

C'è un passeggero che sta salendo sul tram, un "operaio" a metà della prima scalinata di Dimenticare di "pranzare" e in Essere in Paradiso un giardiniere o elettricista sta sistemando una cabina implant dietro una siepe e ogni tanto salta e urla […]»
(L. Ron Hubbard, HCO Bulletin del 11 maggio 1963, "Heaven")

La morale che Hubbard trasse da tutto questo è decisamente anti Giudeo-Cristiana:
«Abbiamo messo le mani su un terribile pezzo di tecnologia che riguarda il mondo. Con rapidità e un E-meter si può dimostrare che il Paradiso è un falso sogno e che la vecchia religione [cioè il Cristianesimo] è basata su una penosa bugia, un cinico tradimento.

Che cosa ha a che fare questo con qualsiasi natura religiosa di Scientology? La rafforza. Le nuove religioni abbattono sempre i falsi dèi della vecchia, fanno qualcosa per rinforzare l'uomo. Noi possiamo rinforzare l'uomo. Noi possiamo dimostrare che i vecchi dèi sono falsi. E noi possiamo far diventare l'universo un luogo più felice in cui lo spirito possa abitare. Che cosa altro possiamo aspettarci? Ciò ci pone in realtà molto oltre qualsiasi essere in circolazione. Ci pone, attraverso una beingness [essere] accresciuta e un recupero della vita, in controllo di gran parte del destino.

Ora abbiamo soltanto alcuni problemi irrisolti sulla vita, per quanto grandi possano essere, come la costruzione di corpi e come si forma il carattere e si comunica, se realizzabile, con esseri che fanno alberi e insetti. Ci sono alcune cose come queste. Ma immagino che quando finalmente riusciremo a comunicare con gli scarafaggi che stanno sotto i sassi e a liberarli, senza dubbio troveremo il Creatore del Paradiso che oltre 43 trilioni di anni fa progettò e costruì i Cancelli Perlacei e ci intrappolò tutti.

Santo cielo! Mi odierei se fossi colpevole di un tale overt. Ma non preoccupatevi - neanche voi siete colpevoli. Questo tizio è MORTO (spero!)».
(L. Ron Hubbard, HCO Bulletin del 11 maggio 1963, "Heaven")

Il "Bollettino Heaven" sollevò molto scalpore (o per meglio dire, derisione) quando venne pubblicato nel Rapporto Anderson in Australia, nel 1965 [7]. Successivamente la Chiesa di Scientology cercò di sostenere che Hubbard stava semplicemente parlando per metafore. Sfortunatamente per la chiesa, Hubbard fu molto specifico su questo punto, e alla fine del bollettino aggiunse:
«(Nota: questo HCO Bulletin si basa su oltre un migliaio di ore di auditing di ricerca, di analisi dei facsimili della mente reattiva con l'ausilio di un Elettrometro Mark V. Si tratta di una ricerca scientifica e non è in alcun modo basato sulla mera opinione del ricercatore. Questo HCO Bulletin non è il risultato della fede o delle credenze di nessuno. I dati di Scientology riflettono una ricerca lunga, strenua e dolorosa di un periodo durato circa 30 anni sulla natura dell'Uomo, della mente, dello spirito umano e la sua relazione con l'universo fisico. I dati e i fenomeni scoperti in Scientology sono comuni a tutte le menti e a tutti gli uomini e possono essere dimostrati su chiunque. La verità non richiede fede per essere verità, così come l'acqua non ha bisogno del permesso di nessuno per scorrere verso il basso. I dati sono dati e possono essere duplicati da qualsiasi operatore o ricercatore onesto. Noi in Scientology cerchiamo la verità, il miglioramento dell'Uomo e la felicità dell'individuo, e ciò comprende il nostro atteggiamento verso i dati scoperti. I dati, tuttavia, sono semplicemente dati ed esistono qualsiasi sia l'opinione di chiunque. Il contenuto di questo HCO Bulletin scopre gli evidenti impulsi sottintesi dello zelo religioso e la fonte della mania religiosa e la pazzia che ha terrorizzato la Terra per secoli e ha dato alla religione l'aspetto della pazzia. Visto che questo documento è scritto per i miei amici ha, naturalmente, una parvenza di irriverenza)». (L. Ron Hubbard, HCO Bulletin del 11 maggio 1963, "Heaven")
Poco tempo dopo Hubbard scoprì una serie di implants creati dagli invasori di Helatrobus, «una nazione interplanetaria. Un governo minuscolo come un puntino, non era un granché» [8]. Nell'HCO Bulletin del 14 luglio 1963 descrisse gli Scopi del Gorilla [Gorilla Goals]:
«[implants] dati in un parco divertimenti con un singolo tunnel, una montagna russa e una ruota panoramica […] tra circa 319 trilioni fino a circa 256 trilioni di anni fa, un lasso di tempo molto lungo.

Nel luogo dove veniva dato questo scopo [implant] era sempre presente il simbolo di un gorilla. A volte un grosso gorilla, nero, fu visto anche fuori dal parco. Nel parco si vedeva sempre un gorilla vivo o meccanico.

Questa attività veniva condotta dagli Hoipolloi, un gruppo di operatori di civiltà con corpi di carne. Erano generalmente persone allegre. Distribuivano le concessioni per questi "Parchi Divertimenti" dove venivano dati gli implants. L'uniforme degli Hoipolloi era una camicia bianca a strisce rosa, le maniche fermate da elastici. Una di queste figure era spesso presente sulle vetture delle montagne russe. Sulle vetture venivano usate anche scimmie. A volte l'equipaggio era composto anche da elefanti.

Gli Hoipolloi o Gorilla goals venivano dati con movimenti fantastici. Venivano usate sia crude scosse elettriche che esplosioni per inculcare questi argomenti».
(L. Ron Hubbard, HCO Bulletin del 14 luglio 1963, "Routine 3N - Line Plots")

I motivi per cui gli Helatrobusiani facevano queste cose potrebbero non essere del tutto chiari. Ma Hubbard fornisce una risposta alla domanda citata all'inizio di questo saggio «COME HA FATTO LA TERRA A DIVENTARE UN PIANETA PRIGIONE?» Hubbard ne spiega i motivi in una conferenza del maggio 1963:
«Questo [sistema solare] è Sole 12, ed è un piccolo ammasso secondario di polvere dello spazio; minuscolo, terribilmente insignificante. Non per volerlo sminuire, ma paragonato ad altri sistemi, galassie, confederazioni e questo tipo di cose ed altri possedimenti o confederazioni e così via è davvero una nullità. Ecco perché è lasciato in pace. Ma da solo sta davvero bene. È particolarmente isolato. Questo è vero anche per gran parte delle stelle da questo lato della ruota.

È molto vicino e chi vuole sbarazzarsi dei piantagrane, dei prigionieri, di chiunque riusciate a pensare… sapete, come le discariche cittadine vedete, ci sono sempre problemi intorno alle città perché la gente comincia ad usare certe zone come discariche, vedete? E prendono - usano queste zone come una discarica per il Blocco di Ghiacco [9] e per altre cose: esseri indesiderati, gente scomoda, personale in esubero.

Come quando rovesciate un vecchio regime sapete, e volete gettarli in un buon implant, davvero duro, che li confonde al punto che non sanno più distinguere il nord dall'ovest e poi li gettate in una capsula blocco di ghiaccio di un tipo o dell'altro. E che cosa ve ne fate di questa gente? Bene, la maggiore minaccia per un sistema è la forza di un thetan. Questa è la minaccia maggiore agli occhi di alcuni personaggi molto aberrati. Pensano che il pericolo principale per il pianeta, o il pericolo principale nel sistema o nella galassia e così via, sia un thetan libero…

In altre parole, questa gente è - ha overts così non riesce a proteggere se stessa dalla vendetta di un thetan libero e concepisce la possibilità e la potenzialità di questo particolare universo come una trappola, e intrappola questa gente in modo molto accurato. Bene, poi li scarica. Li scarica ben lontani da casa. Cercano - nemmeno cercano - non li scaricano vicini, li scaricano molto lontani.

Così questo particolare sistema è diventato una discarica, e la Confederazione di Marcab e alcune delle altre stelle qui intorno hanno una terribile concentrazione di gente che è stata scaricata dal centro della ruota, sapete. Non vogliono andare nella galassia successiva, li portano e li scaricano semplicemente ai bordi della città, sapete.

Ora, gli scrittori di fantascienza seguono il suggerimento di questo tizio, non ricordo il suo nome ora, Einstein, Beinstein, qualcosa del genere, che ha detto che MC al quadrato su C non va, amici, e che la velocità della luce potrebbe non essere eccessiva. E in realtà l'altro giorno stavo guardando alcune tabelle di velocità, e un trilione di anni luce al giorno non significa stare a manetta su un veicolo spaziale».
(L. Ron Hubbard, The Helatrobus Implants, conferenza del 21 maggio 1963)

Diverse cose in questo estratto, a parte la semplice bizzarria, sono degne di nota. Hubbard fa riferimento a thetans impacchettati in "blocchi di ghiacco" - si tratta di uno degli incidenti citati fin dal 1952 in Storia dell'Uomo. Negli anni '60 e '70 Hubbard riciclò molti dei suoi scritti precedenti; incidenti e procedimenti apertamente descritti in Storia dell'Uomo e in The Creation of Human Ability [10] ed altri lavori pubblicati negli anni '50 riapparvero in seguito in versioni nuove e segrete, principalmente nei livelli OT (di cui parlerò tra poco).

In questo periodo Hubbard decise anche che gli eventi descritti nei racconti di fantascienza erano realmente accaduti - gli autori di fantascienza potevano avere descritto qualche dettaglio sbagliato, ma per il resto stavano semplicemente ripetendo o "drammatizzando" eventi del loro lontano passato. Naturalmente si trattò di una "scoperta" molto comoda per un ex scrittore di fantascienza pulp.

Hubbard cita anche i Marcabiani. La Confederazione di Marcab e la sua Forza di Invasione dovevano presto diventare una sua ossessione. Come per gli Helatrobusiani, anche i Marcabiani erano una «civiltà degradata» i cui governanti implantavano thetans innocenti. La Confederazione, raccontava Hubbard, consisteva di:

«pianeti vari riuniti un una grande civiltà emersa negli ultimi 200.000 anni, è formata da frammenti di civiltà precedenti. Negli ultimi 10.000 anni essi hanno continuato con una specie di civiltà decadente e dissennata che conteneva automobili, abiti da passeggio, cappelli di feltro, telefoni, navi spaziali. Una civiltà che sembra la copia esatta, ma in condizioni peggiori, dell'odierna civiltà statunitense» [11]; [12].
(L. Ron Hubbard, The Helatrobus Implants, conferenza del 21 maggio 1963).
Durante il tour del Mediterraneo effettuato alla fine degli anni '60 a bordo dell'Apollo, un traghetto-bestiame riadattato, Hubbard amava raccontare le sue vite precedenti, in particolare quelle tra i Marcabiani. Si scoprì che la loro attività ricreativa preferita era guidare automobili molto veloci su appositi circuiti. Avevano spesso incidenti, ma siccome usavano "corpi-manichino" imbottiti di kapok [sic], potevano essere riparati molto facilmente. Una delle persone che accompagnò Hubbard sull'Apollo successivamente raccontò:
«LRH si trovava a bordo ed era di ottimo umore. Si tratteneva sul ponte fino a notte tarda e ci raccontava le avventure della sua intera traccia e di quando faceva gare automobilistiche nella civiltà Marcabiana. La civiltà di Marcab era esistita milioni di anni fa su un altro pianeta; era simile al pianeta Terra degli anni cinquanta, solo che avevano mezzi di locomozione spaziale.

Successivamente si scoprì che i Marcabiani non erano gran brava gente, quindi paragonare la loro civiltà alla nostra non era un bel complimento. LRH raccontava di essere stato un corridore automobilistico chiamato Drago Verde, e di aver fatto un record di velocità prima di rimanere ucciso in un incidente. Rinato in un'altra vita con il nome di Diavolo Rosso batté il suo stesso record, poi tornò di nuovo con il nome di Lampo Blu. Alla fine si rese conto che quel che stava facendo non era altro che battere i suoi stessi record, e non c'era più divertimento».
(Russell Miller, intervista a Mary Maren, 1986 [13]).

Questo bizzarro passato, evidentemente, è responsabile delle odierne automobili. Hubbard lo spiega in una conferenza del 1 gennaio 1961, The Whole Answer to the Problems of the Mind [La Risposta Completa ai Problemi della Mente]:
«Ora, prendiamo questo tizio che legge space opera, opera spaziale [branca della fantascienza pulp che tratta di viaggi interplanetari ecc. - ndt]. Lo so. A me piace leggere space opera. Ne ho anche scritta un sacco. È vero che non se ne scrive più.

Ma questo tizio sembra non riuscire a tenere il naso lontano dalla space opera, e dice "Cavolo! Vorrei farlo anche io nel futuro quando questa realizzazione - quando saremo davvero preparati al futuro, e quando avremo davvero astronavi, e quando davvero, e…". Per tutto il tempo ha avuto questa orribile sensazione di scottatura sulla punta del naso, vedete? E non riesce a spiegarsela, ma è innamorato della space opera, ma non è dentro la space opera, ma gli piace leggerla ma su di lui ha un effetto orribile e - e - bene, la prima volta che riesce veramente a godersi la space opera è quando scopre che è stato un pilota di razzi per le ultime 18 vite.

Non c'è da stupirsi che abbia il naso scottato. Una dei talenti preferiti che aveva in quei giorni in una delle civiltà spaziali era sparare al naso dei manichini. Non gli piaceva ferirli. Semplicemente glieli strinava, sapete. Un tiro veloce.

Vi chiederete perché c'è tanta gente fissata con i film western. Principalmente i film western sono dei sostituti della space opera, se solo ci pensate.

È la space opera che è piena di tiri veloci, di pistolettate. Ascoltate, i corpi umani non sono a prova di proiettile. Non so se l'avete mai sperimentato. Probabilmente non in questa vita, ma avete prove di questo effetto. Se qualcuno vi sta di fronte e vi punta contro una pistola, qualcosa in voi vi dirà che vi farà un buco. Bene, mi chiedo come l'avete imparato. Non guardando i film western, perché di solito muoiono tutti in modo molto tranquillo e pulito, salvo quando vengono filmati dai registi del realismo. In questo caso spruzzano un po' di sangue sulla camicia dell'altro, sapete, facendolo tossire un paio di volte.

Parlando in senso reale, ci vuole un manichino, o un corpo non umanoide se preferite, per essere capaci di stare di fronte alla pistola di quel tizio. Non esiste ragione per cui dovreste morire semplicemente perché vi sparano. Non esiste ragione perché dovreste essere feriti gravemente.

Adesso avete paura a guidare giù per una discesa ghiacciata ai 180 all'ora. Dite che farete un gran botto. Perché?

Se foste nel corpo di un manichino: vi fareste strada nella spalletta di cemento, giusto un graffio sulla camicia nuova. La prossima volta ci ripenserete, di ritorno alla base, mentre vi togliete l'armatura direte "colpiscimi al petto, dai. Ecco. Colpisci, leviga un po'. Lo smalto si è crepato anche lì. Sì. Grazie. Sì. Va meglio". E non avete imparato a non andare ai 180 all'ora su una strada ghiacciata. Perché non c'è motivo di impararlo.

Non è un'attività particolarmente pericolosa. E la Confederazione di Marcab negli ultimi 200.000 anni faceva corse in automobile, andavano ai 450 all'ora e le macchine erano turbo. Tutti pensano che una macchina da corsa dovrebbe fare il rumore di una macchina da corsa di Marcab. Provate a chiedere a qualcuno che rumore dovrebbe fare un'auto da corsa. Non vi diranno "brrrrrrrrrrrr" come un'auto terrestre. Vi diranno "mmmmmmmmmmm". Ecco un'auto da corsa Marcabiana. Qui sulla terra non ce n'è.

Tutti sanno com'è. Mi chiedo come facciano a saperlo così bene.

Bene, su qualcuno di quegli aggeggi usavano corpi di carne e gente! Fecero un gran casino. Corpi di carne. Immaginate guidare macchine da corsa come quelle […] così ora nessuno sulla Terra sa guidare».
(L. Ron Hubbard, The Whole Answer to the Problems of the Mind, 1 gennaio 1961).

Infine, dopo la Forza di Invasione Marcabiana arrivò l'indescrivibile Quinta Forza di Invasione, che secondo Hubbard è una «creatura stranissima simile ad un insetto con delle mani inconcepibilmente orribili» [14]. I Quinti Invasori pare fossero atterrati durante l'epoca romana traumatizzando tutti a tal punto che non sopravvivono ricordi di questo evento. Eccezion fatta, naturalmente, per la mente degli scientologist, su cui si possono fare grandi profitti "percorrendo" e "scaricando" l'orrore delle mani dei Quinti Invasori.
 

Il Muro del Fuoco

Tuttavia l'esempio più famoso della bizzarria hubbardiana è il tristemente noto OT III - "Il Muro del Fuoco" [15]. Negli anni '60 Hubbard condusse molta ricerca su come rendere "Thetan Operante", o OT, i suoi discepoli. L'OT recupererà i suoi superpoteri "dimenticati" e avrà controllo totale su tutti gli aspetti di «materia, energia, spazio e tempo». In Storia dell'Uomo vengono sottolineate alcune delle capacità più importanti degli OT:

«Un essere theta produce energia ad elevato voltaggio ed amperaggio, sufficiente ad infliggere, a chiunque una scossa elettrica davvero brutta, a fargli schizzare gli occhi dalle orbite o a tagliarlo a metà […]»
(L. Ron Hubbard, Storia dell'Uomo, ed. 1990, pag. 83 [2]).
 

«I thetan comunicano mediante telepatia. Possono spostare oggetti materiali dirigendo un flusso di energia su di essi. Possono viaggiare a velocità molto elevate. Non sono vincolati da atmosfere o temperature […] I thetan non muoiono […]».
(L. Ron Hubbard, Storia dell'Uomo, ed. 1990, pag. 86 [2].

 

«Perciò, ancora, come nota finale di questo capitolo, per un po' vediamo di non sconvolgere i governi o indulgere in esibizioni per "dimostrare" qualcosa all'Homo Sapiens. È difficile resistere alla tentazione di far volare via il cappello di qualcuno lontano cinquanta metri, leggere libri situati a due o tre nazioni di distanza, o penetrare nel reparto di rotocalcografia magari di uno dei settimanali della Hearst, ma farlo significa ostacolare seriamente qualcun altro che sta cercando di attraversare questo ponte. Lasciate che i sapiens dormienti continuino a russare in massa ancora per qualche tempo. Poi incontratevi da qualche parte per decidere che cosa fare di loro, delle loro guerre da quattro soldi, della loro pazzia e delle loro prigioni. Dite alle persone che vogliono invalidare tutto questo: "Le tue critiche sono molto giuste. Sì. È tutta fantasia". Intanto guarite gli storpi, gli zoppi e gli incapaci applicando qualsiasi tecnica sia necessaria. Proteggete il theta clearing finché non ce ne sarà un numero sufficiente». (L. Ron Hubbard, Storia dell'Uomo, ed. 1990, pag. 88 [2]).

Gli otto livelli OT sono e rimangono segreti, accessibili solamente a chi ha raggiunto un grado sufficientemente alto (cioè ha pagato abbastanza denaro) in addestramento e formazione Scientology. Negli anni '70 gran parte di essi vennero sostituiti dai NOTs (Nuovi Livelli OT); tuttavia la mistica che circonda OT III significa che viene ancora insegnato nella sua forma originale.

Questa mistica è chiaramente evidente nelle recensioni di OT III della Chiesa di Scientology:

«Il materiale di OT III ha un impatto e un potere immenso. È così crudele che nessuno prima di Ron era mai arrivato prossimo a scoprire qualcosa di questa natura. Ron l'ha definito "Il Muro del Fuoco".

Ron l'ha superato il 14 marzo del 1967, poi ha iniziato a ricercare il modo in cui gli altri potessero seguirlo in modo sicuro. Ora questa ricerca è totalmente completata.

Ron dice di OT III: "È molto vero che 75 milioni di anni fa una grande catastrofe colpì questo pianeta e gli altri 75 che formavano la Confederazione [di Marcab]. Da allora e fino ad oggi è stato un deserto».
(Rivista Advance!, fine anni '70)

 

«Il Muro del Fuoco. A questo livello affronterete e maneggerete i devastanti effetti di una catastrofe vecchia di secoli che a tutt'oggi influenza la natura stessa degli esseri umani, e la nostra società terrestre. È su OT III che imparerete la vera natura dell'essere e della nostra società terrestre. Le scoperte di Ron su OT III vi permetteranno di attraversare questo muro del fuoco in modo sicuro. È un passo importante sul cammino per il pieno OT».
(Rivista Advance!, 1982)

OT fu scritto nel 1968 quando la nave ammiraglia Apollo era ormeggiata a Las Palmas, nelle Isole Canarie. Parte della leggenda di OT III è che la ricerca fu a tal punto pericolosa - «una trappola esplosiva» - che durante il processo Hubbard subì una grande varietà di danni. Come egli stesso scrisse nelle sue note su OT III, «[Sono caduto rovinosamente] e ne sono emerso molto ammaccato, ma vivo. Probabilmente l'unico ad esserci riuscito in 75 milioni di anni». In realtà sembra che i danni subiti da Hubbard fossero stati invero causati da una caduta in motocicletta su una strada di montagna. Si fratturò un braccio ed alcune costole, ma rifiutò le cure del medico.

Si dice che apprendere la verità su OT III senza la necessaria e anticipata preparazione di numerosi corsi di Scientology sia molto rischioso. Quando è stato chiesto a funzionari della chiesa perché vogliano tenere segreto il contenuto di OT III, essi hanno fatto allusioni al possibile "danno spirituale" che potrebbe causare. Il "pericolo" in realtà è considerevolmente maggiore: Hubbard affermò che apprendere il contenuto di OT III avrebbe fatto ammalare di polmonite chi non vi fosse preparato. Siete avvertiti.

La storia di OT III venne raccontata per la prima volta da ex membri negli anni '70; da allora però l'intera faccenda è uscita allo scoperto. Da quando il Wall Street Journal ne parlò in dettaglio in un suo editoriale non la si può più considerare segreta. Ma OT III è ancora molto divertente. Ciò che ora conosciamo come OT III emerse in una lezione confidenziale del 3 ottobre 1968 tenuta a bordo della Apollo. Nel corso di una discussione sugli "assist" (tecniche di guarigione spirituale), Hubbard si interruppe per descrivere un episodio di una vita precedente chiamato "R6" che sarebbe alla base di tutte le malattie fisiche odierne. L'episodio avvenne 75 milioni di anni fa sul «pianeta Coltice» (Polaris), uno dei membri della Confederazione Galattica:

«In quel particolare periodo e spazio si andava in giro con abiti che assomigliavano in modo impressionante a quelli che si indossano in questo preciso momento. E le automobili che si guidavano sembravano esattamente quelle di oggi, e anche i treni, le barche sembravano gli stessi. Più o meno anni '50, '60…

E c'era davvero del malumore, e poi della confusione, e così via prima che accadesse il R6. Successe che gli Ufficiali Leali erano il corpo, il corpo elettivo, e venivano chiamati Ufficiali Leali ed erano lì per proteggere i popoli e così via. Ed avevano eletto un tizio di nome Xenu, dovrebbe essere pronunciato X-E-N-U ("sinou" con la "s" di "rosa"], l'avevano eletto come "capoccione" supremo, e stavano per revocargli l'elezione. Lui approfittò degli ultimi istanti in cui ricopriva l'incarico per "fargli le scarpe".

[Rumore di una matita che cade]

Sì, non ti sgriderò per aver lasciato cadere la matita [risate].

Approfittò di questi ultimi istanti per fare un gran casino. Lui, naturalmente, aveva diversi uomini chiave che gli erano molto vicini. Era un Soppressivo, coinvolse dei Soppressivi, aveva questi amministratori e roba del genere e capi dei pianeti che ricoprivano vari incarichi. Per prima cosa radunò tutti questi cawboy dal cappello bianco e se ne sbarazzò velocemente, e poi procedette con le truppe, che non sapevano cosa cavolo stessero facendo ma dava tutti questi falsi ordini, le truppe ricevevano questi ordini contro la popolazione, dovevano radunare tutti. Rat-a-tat-tat-ta-tat-tat. Uno degli stratagemmi che usarono fu di dire che dovevano presentarsi per un'indagine fiscale. Gli Stati Uniti hanno copiato questa procedura per le tasse sul reddito - si tratta semplicemente di R6. Questi qui sono soltanto un gruppetto di psicotici che stanno drammatizzando».
(L. Ron Hubbard, Assists, conferenza del 3 ottobre 1968).

Xenu (o Xemu: si discute sull'ortografia, visto che né la calligrafia di Hubbard né la sua dizione sono molto chiare su questo punto) massacrò poi i suoi prigionieri, congelò i loro thetans in «alcol e glicole» e «li scaraventò in astronavi che erano copie esatte dei DC8, l'aereo DC8 è la copia esatta delle astronavi di quell'epoca. E non ci sono differenze, se non che i DC8 hanno ventilatori ed eliche, mentre le astronavi non le avevano». I poveri thetans furono condotti sulla Terra - all'epoca conosciuta come «Teegeeack», o «Il Posto delle Bombe», oppure «Il posto del Male» - a bordo degli aerei spaziali di Xenu:
«Misero questa gente dentro dei contenitori e così via, poi li scaricarono e poi fecero esplodere delle bombe all'idrogeno sulla cima di ogni vulcano importante che c'è su questo particolare pianeta. E quando esplosero, i thetans esplosero nell'aria. E dopo la bomba venne issato sull'area un nastro elettronico, che era una specie di onda fissa.

I tremendi venti del pianeta soffiarono ogni thetan dritto lì, in quelle particolari zone di vuoto che erano state create. Poi furono tirati giù, impacchettati e posti di fronte a proiettori che, con suoni e immagini a colori, diedero loro l'implant che ora conoscente come il Clearing Course. Poi venne implantata la Traccia Intera, che conoscete come OT II.

Dopo questo, però, quasi tutti i rimanenti 36 giorni [di implant] che poi è la maggior parte di essi, vennero occupati da un film supercolossal a tre dimensioni che aveva a che fare con Dio, il diavolo, la space opera ecc. […] e abbiamo una completa registrazione di ciò che è. Va avanti per circa 36 giorni e poi questi poveri bastardi vennero lasciati andare, ah no scusate! Vennero nuovamente impacchettati e i contenitori furono mescolati così c'erano due zone di smistamento - una era Las Palmas e l'altra era ad Hawaii. E in queste due zone di smistamento prendevano campioni da ogni area vulcanica e li mettevano in piccole statole e avevano una catena di montaggio. E a Las Palmas corre proprio sotto la strada principale di Las Palmas».
(L. Ron Hubbard, Assists, conferenza del 3 ottobre 1968)

Ciò, secondo Hubbard, spiega perché la Terra abbia tanti problemi. Così come il pianeta, devastato da «una enorme esplosione atomica completa in tutto il pianeta», molti dei thetans rifugiatisi qui nel corso dei trillenni [sic], erano «ammutinati e disertori» e cose del genere. Ne deriva che esiste una grande quantità di comportamento aberrato e «soppressione planetaria»: Hubbard sosteneva che il 20% della popolazione è «Fonte Potenziale di Guai» e il 2,5% è composto da «Persone Soppressive» irrecuperabili che bisognerebbe fare «scomparire» [mi viene in mente l'Argentina]. L'evoluzione umana è stata dominata dal «implant R6» di Xenu. Perché la civiltà moderna assomiglia tanto alla Confederazione Galattica? Perché, evidentemente, l'uomo sta solo rappresentando nuovamente e inconsciamente gli eventi del R6. Uno dei principali prodotti del R6 è il Cristianesimo:
«La totalità del Cattolicesimo - il diavolo e tutte queste cose qui - sono tutte parte del R6…

La chiesa Cattolica Romana, in un qualche punto lungo il cammino, guardando le drammatizzazioni della gente ha raccolto qualche piccolo frammento di R6. E l'ha fatto sembrare come se fosse continuato anche al tempo presente…

Comunque, L'Ogniuomo viene mostrato come crocifisso, così non pensate che la crocifissione sia casuale, hanno scoperto che era stato fatto. Qualcuno in un qualche posto di questo pianeta nel 600 AC ha trovato qualche pezzo di R6, e non so come l'ha trovato, se guardando i pazzi o cosa. Ma da allora è stato usato ed è diventato ciò che ora è noto come Cristianesimo.

L'uomo sulla Croce. Cristo non è mai esistito. Ma l'uomo sulla croce viene mostrato come l'Ogniuomo. Così naturalmente chiunque guardi un uomo crocifisso ha un immediato senso di solidarietà per quest'uomo. Perciò avrete molti PC [preclears] che diranno di essere Cristo. Ora, per questo esistono due ragioni: una è che l'Impero Romano era incline a crocifiggere la gente, così può darsi che una persona sia stata crocifissa, ma nel R6 viene mostrato come crocifisso.»
(L. Ron Hubbard, Assists, conferenza del 6 ottobre 1968)

Nel corso degli anni questo passaggio, e in verità tutto OT III, ha causato notevole imbarazzo alla Chiesa di Scientology. Su di esso la chiesa ha mantenuto una posizione molto confusa. Quando nel corso di trasmissioni in diretta vengono fatte domande sul materiale di OT III, i funzionari della chiesa da una parte sostengono che i documenti sono un falso, e dall'altra di non aver mai sentito nominare Xenu. Ma la chiesa ha ingaggiato feroci battaglie legali, quasi sempre perse, contro chi aveva citato Xenu e la storia di OT III; qualche anno fa il New York Times venne querelato per aver riportato 78 parole non contigue di OT III, causa velocemente abbandonata. In tribunale i funzionari della chiesa hanno riconosciuto la genuinità di OT III ed hanno anche lasciato uscire dalle loro labbra il nome "Xenu". Le note scritte a mano da Hubbard su OT III si possono ora trovare sul Web (Operation Clambake, www.xenu.net).

I rimanenti livelli OT sono invece piuttosto noiosi. La scoperta chiave di OT III è che i thetans, in origine esseri totalmente consapevoli, sono ricoperti da una massa di "body thetans" (vittime di Xenu) traumatizzati e aggrovigliati. I livelli OT originali da IV a VIII trattano le varie modalità con cui sbarazzarsi dei body thetans, compresa la «tecnica mano thetan» dal nome davvero peculiare. I loro sostituti, il materiale NOTs (apparentemente scritto a due mani da Hubbard e da David Mayo - all'epoca suo erede designato) è ancora più noioso, ma rimane confinato allo stesso tipo di argomenti. Probabilmente OT III segna il punto più alto della vivida immaginazione di Hubbard. La noiosa e mal scritta "decalogia" Missione Terra mostra invece quanto sciatto fosse diventato negli anni '80.

 

Viaggio al Centro… del cervello di Ron

Come questo saggio ha dimostrato Hubbard aveva delle idee davvero strane. Naturalmente anche molti altri hanno proposto teorie bizzarre - due esempi notevoli sono i tristemente noti Immanuel Velikovsky (Venere è stata eruttata da Giove, e passando ha causato la divisione del Mar Rosso) e Wilhelm Reich (gli orgasmi sono causati da una "energia orgone" blu). Ma pochi hanno avuto lo stesso successo e sono rimasti così risolutamente non convenzionali come Hubbard. Perché?

Sembra che ciò sia dovuto a diversi fattori. Il più evidente è che gli scritti più bizzarri di Hubbard furono promulgati in ambienti oscuri. Negli anni '50 Scientology attraversò una fase settaria classica: un gruppo relativamente piccolo di fedeli seguaci raccolti attorno ad un leader riverito con cui avevano uno stretto contatto fisico. Allo stesso modo quando negli anni '60 furono scritti i livelli OT Hubbard trascorreva gran parte del suo tempo in un ambiente relativamente ristretto - nel suo castello di Saint Hill nel Sussex, Inghilterra, oppure a bordo della Apollo che incrociava nel Mediterraneo. Già in quell'epoca la sua organizzazione era molto grande (e largamente diffusa), ma i suoi scritti più bizzarri non circolavano più tra l'intero suo seguito.

Questo fatto assicurò due cose: innanzitutto, confinando i «materiali di livello superiore» ad un gruppo selezionato riusciva a controllarne fisicamente la diffusione. Oggi la documentazione di OT e NOTs è sorvegliata con accorgimenti di tipo militare; tuttavia non si è potuto impedire che essa trapelasse all'esterno e fosse resa interamente disponibile su Internet.

In secondo luogo, i materiali dei livelli superiori sono accessibili unicamente a chi è già stato profondamente indottrinato in Scientology; si tratta di persone che molto probabilmente accettano qualsiasi cosa dica Hubbard, indipendentemente da quanto poco plausibile possa essere.

In particolare la segretezza che circonda i materiali OT ha aiutato Scientology a mantenere una facciata che la mostra come un sistema di credenze e auto-miglioramento assolutamente normale, completamente compatibile con il Cristianesimo ed altre religioni importanti. E in larga misura lo è davvero. Negli ultimi 30 anni diversi milioni di persone hanno fatto corsi di Scientology, ma solo 50.000 hanno raggiunto lo stato di "clear", il gradino più significativo che precede OT. Il numero di OT non può perciò eccedere i 50.000, e probabilmente è di gran lunga inferiore. Ciò significa che la maggior parte degli scientologist passati e presenti non conosce Xenu e i body thetans, e si dedica ad una filosofia che, anche se in qualche modo strana, non raggiunge assolutamente la bizzarria della storia dei thetan sottoposti a bombardamento atomico sull'orlo dei vulcani terrestri. Scientology è essenzialmente una religione gnostica che tiene celate le sue "verità nascoste".

Hubbard credeva alle storie che raccontava? Non esistono indizi che lascino pensare che così non fosse. Era un cantastorie nato ed aveva sufficiente carisma per rendere reale qualsiasi fantasia. Scoprì (o creò) gli aspetti più bizzarri mentre audiva se stesso. E i suoi seguaci prendevano fedelmente appunti che poi lui metteva per iscritto e diffondeva come dogma ufficiale. Sembrano esistere pochi dubbi sul fatto che gli episodi di cui parla siano stati originati unicamente dalla sua fantasia. Che cosa lo ispirava? Si pensa che negli anni '60 Hubbard abbia fatto uso di droghe ricreative (specialmente barbiturici, che otteneva dietro ricetta medica) ma non è chiaro se le usasse durante l'auto-auditing - se lo faceva, allora questo fatto deve aver sicuramente contribuito ad alcune delle sue rivelazioni più esotiche.

Il suo essere stato uno scrittore di fantascienza pulp ha quasi sicuramente influenzato i suoi scritti. I "ricordi" di Xenu e di Helatrobus e così via erano il prodotto di una fertile immaginazione che era stata fortemente influenzata dalla fantascienza, poi lasciata libera di scatenarsi durante l'auto-auditing. Gli scritti più strani di Hubbard ci dicono probabilmente molto di più su Hubbard di quanto non ci dicano sui misteri nascosti dell'universo.

Ma perché gli scientologist credono anche alle più sconclusionate affermazioni di Hubbard? Esistono prove a sufficienza che suggeriscono che egli fosse, quanto meno, uno squilibrato. Ma sicuramente non possiamo affermare che ogni singolo scientologist lo sia.

Relativamente pochi scientologist mostrano una dedizione a lungo termine per l'organizzazione. Anche secondo le statistiche della chiesa quasi il 50% dei nuovi reclutati se ne va entro un anno. Molti altri se ne vanno nel medio periodo; solo un numero esiguo rimane per 10 anni e oltre. Sembra che quanto più a lungo si rimane nell'organizzazione quanto più probabilmente si resterà. Non è chiaro il motivo per cui così tanti se ne vanno (non sono mai stati fatti degli studi a questo proposito) ma si tratta probabilmente di una combinazione di diversi fattori: insoddisfazione per i risultati dell'auditing, ristrettezze finanziarie, disgusto per l'ambiente sempre sottoposto a forte pressione e così via. Probabilmente uno dei fattori più importanti è che, quali che siano i meriti di Scientology, il suo sistema di credenze non fornisce ciò che la persona sta cercando.

Questo significa che quando lo scientologist arriva a fare i livelli OT ha già efficacemente superato l'esame della dedizione. Alcuni si ritrovano con la dedizione frantumata dalla bizzarria dei livelli OT - ed è uno dei motivi per cui copie di quei documenti, nel corso degli anni, sono trapelate all'esterno. Ma gran parte di chi fa OT III sarà già arrivato a credere implicitamente alla parola di Hubbard, indipendentemente da quanto improbabile possa essere. Sicuramente, però, non si tratta di pazzi. Sono semplicemente devoti ad una fede che agli esterni può apparire bizzarra, ma a loro sembra completamente logica e fattuale. Nel corso degli anni di addestramento la loro visione del mondo è stata alterata al punto che si sono completamente dissociati dal mondo mentale abitato dai "wogs" (non scientologist); in realtà Hubbard riconobbe questo punto enfatizzando deliberatamente la differenza tra l'«homo novis», la «élite OT» di Scientology, e gli sfortunati wogs («homo sap» con l'accento su "sap", senza vigore) del mondo esterno. «Lasciate che i sapiens dormienti continuino a russare in massa ancora per qualche tempo» scriveva in Storia dell'Uomo, «Poi incontratevi da qualche parte per decidere che cosa fare di loro, delle loro guerre da quattro soldi, della loro pazzia e delle loro prigioni».

 

La prospettiva Wog sulla stranezza scientologica

Gli scientologist indubbiamente discuteranno sul fatto che gli estratti sopra riportati sono citati fuori contesto (sebbene questo faccia chiedere in che contesto dovremmo considerare Xenu e i Marcabiani). Discuteranno anche sul fatto che gli scritti più esoterici di Hubbard sono scritture religiose, e che trovarli ridicoli è semplice "fanatismo". In senso morale hanno sicuramente ragione. Dopo tutto la Nascita Virginale e le attività erotiche degli dèi Indù sembrano ugualmente ridicoli se considerati su una base puramente razionalista. Eppure due miliardi di persone - metà della razza umana - mantiene quelle credenze. Allo stesso tempo la storia di Xenu viene considerata sciocca anche dai tanti che non hanno particolari rimostranze contro Scientology (provate a raccontarla a qualcuno senza svelarne la provenienza, e osservate la reazione). È un caso di doppio standard?

Superficialmente parlando lo è. I sistemi di credenze istituzionali hanno aspetti bizzarri quanto quelli di Scientology - le "rivelazioni" di San Giovanni ne sono un esempio. Ma esistono differenze storiche e sociali che, nella battaglia per la credibilità, vanno a detrimento degli scritti di Hubbard.

Una delle più importanti è che le "rivelazioni" di Hubbard non sono espresse in linguaggio religioso o immaginario, ma vengono presentate come "fatti" scientificamente provati mentre descrivono eventi che assomigliano molto alla fantascienza o a storie fantasy. Xenu ne è un esempio classico e significativo è il fatto che, negli anni '70, Hubbard trasformò la storia di OT III in una sceneggiatura cinematografica fantascientifica chiamata "Rivolta tra le Stelle"; si dice che celebrità scientologiche come John Travolta abbiano fatto pressioni a Hollywood, fino ad ora infruttuose, per la realizzazione di "Rivolta" [16].

La fantascienza fu forse il genere naturale a cui Hubbard, ex scrittore pulp, si rivolse per la sua ispirazione "religiosa". Molti dei suoi primi sostenitori erano appassionati di fantascienza che avevano conosciuto Dianetics attraverso le pagine della rivista Astounding Science Fiction di John W. Campbell. Scientology continua ad attirare ex membri di altri sistemi di credenze esoterici, come meditazione trascendentale e yoga, che potrebbero essere ben disposti ad accettare i più strani pronunciamenti di Hubbard. Ora che sembra che l'ufologia sia entrata nel sentire comune (ricerche suggeriscono che un quarto degli americani crede di essere stato rapito dagli alieni), i racconti di Hubbard relativi a guerre galattiche e stazioni di implantaggio aliene potrebbero attrarre una nuova generazione di seguaci. Ma mentre i livelli superiori esoterici di Scientology potrebbero attirare qualche persona, non c'è dubbio che stiano seriamente danneggiando la possibilità di Scientology di diventare un movimento comunemente accettato. Il materiale dei livelli superiori, un tempo segreti, è ora di pubblico dominio nella sua interezza; i documenti di OT e NOTs sono stati resi disponibili in Internet e libri, riviste, quotidiani e programmi televisivi di numerosi paesi hanno parlato in dettaglio di OT III. Questo per Scientology ha rappresentato una specie di disastro. Funzionari del Religious Technology Center (RTC), l'organismo che detiene i copyrights di Scientology e Dianetics, hanno testimoniato nelle recenti cause legali relative alle violazioni in Internet sostenendo che la riproduzione non autorizzata dei documenti OT e NOTs potrebbe avere come conseguenza un danno economico di milioni di dollari. Non è stato specificato che tipo di danno, ma sembra probabile che ci si riferisca al mancato reddito derivante da chi avrebbe altrimenti pagato decine di migliaia di dollari per vedere i misteriosi materiali OT.

Questo problema si combina al (palesemente ingiustificato) problema di immagine della fantascienza. In nessun caso si tratta di un genere nuovo - la storia di Ulisse e del suo incontro con il gigante meccanico Talo, un protorobot, fu scritta oltre 3.000 anni fa. In tempi più recenti scrittori come Mary Shelley, Jules Verne e H. G. Wells hanno reso la fantascienza immensamente popolare. Ma negli anni '30 e '40 il genere venne svilito dalla massa di riviste pulp violente e spesso mal scritte; le stesse pubblicazioni su cui Hubbard sviluppò le sue tecniche letterarie. Naturalmente il pulp ha visto anche la nascita di eccellenti scrittori come Isaac Asimov, A.E. van Vogt e Robert Heinlein. Il resto dell'establishment letterario, tuttavia, sembra stia continuando a guardare male fantascienza e fantasy che evocano i fantasmi del pulp. Due recenti studi condotti nel Regno Unito hanno rivelato che Il Signore degli Anelli di J.R.R. Tolkein è stato dichiarato, dagli acquirenti, come miglior libro del 20° secolo, una selezione che ha fatto tuonare i critici letterari sulla natura perniciosa e insana del genere fantascientifico/fantasy. Allo stesso modo Terry Pratchett - che da solo totalizza l'1% di tutti i libri venduti nel Regno Unito, una quota di mercato mai raggiunta in precedenza - ha avuto un avvio lento soprattutto a causa del fatto che pubblicazioni non specialistiche semplicemente non recensivano libri di un genere tanto "fuori moda".

Ora la fantascienza è molto più "normalmente accettata", ma il modo in cui Hubbard ha trattato il genere continua a porre un grosso problema di credibilità. Ad esempio è possibile tracciare un parallelo tra OT III e Guerre Stellari. Sostituite Alderaan con Teegeeack (Terra), L'Imperatore Palpatine con il Governatore Xenu, Darth Vander con gli Ufficiali Leali e i Jedi con i Thetan Operanti: la somiglianza è davvero stretta. Ma si potrebbe suggerire seriamente che Guerre Stellari sia un lavoro religioso? Sfortunatamente per la sua credibilità, si tratta esattamente di ciò che Hubbard ha fatto con OT III. La "Space Opera" - derivazione della fantascienza che abbraccia sia Guerre Stellari che la saga Battaglia per la Terra di Hubbard - è il solo genere letterario che beneficia di una voce nel Dizionario Tecnico di Scientology e Dianetics, in cui si legge quanto segue:

«Opera Spaziale - Space Opera: di o in relazione a periodi di tempo dell'intera traccia di milioni di anni fa relativa ad attività in questa o altre galassie. La Space Opera ha viaggi interplanetari, astronavi, uomini dello spazio, guerre, conflitti, esseri, civiltà e società aliene, altri pianeti e galassie. Non è finzione, ed è relativa ad incidenti reali avvenuti sulla traccia. Si veda anche Traccia Intera».
(Dizionario Tecnico di Scientology e Dianetics, ed. 1975 in inglese [17])
Questa enfasi sulla realtà del fatto è il secondo importante motivo per cui gli scritti di Hubbard suonano assurdi anche a chi non ha mai sentito parlare di Scientology. Se Hubbard avesse scelto uno stile di scrittura più religioso forse avrebbe avuto meno problemi. Passaggi della Bibbia e dei Veda, ad esempio, potrebbero sembrare molto oscuri ai non iniziati, ma sono espressi in termini religiosi riconoscibili. OT III e il suo genere sarebbero potuti essere più accessibili se avessero parlato di demoni, angeli e rimorsi, ma Hubbard rifiutava consapevolmente il genere religioso, scrivendo invece in termini pseudo-scientifici. Che ragioni aveva per farlo? Innanzitutto considerava il suo lavoro rivoluzionario, intuizioni scientifiche su base empirica. Fino agli anni '60 i suoi lavori non furono seriamente presentati come religiosi e, quando ciò avvenne, si trattò unicamente di una mossa di Pubbliche Relazioni. Ma cercare di far rientrare Scientology in un ambito religioso continua a porre grossi problemi alle Pubbliche Relazioni stesse, poiché molti degli scritti di Hubbard sono esplicitamente di natura non religiosa. In realtà Hubbard aveva opinioni fortemente negative sulle religioni maggioritarie: Cristianesimo e Islam sarebbero la conseguenza di implant alieni avvenuti circa nel 600 AC, mentre l'Induismo e altre religioni orientali sarebbero «trappole esplosive» pericolose, che condurrebbero solamente ad una «spirale di oblio». Questo può essere stato un altro fattore che lo portò a rifiutate uno stile di scrittura religioso.

I risultati parlano da soli. Hubbard forse sperava che il suo stile e genere di scrittura gli portassero rispetto e credibilità. Tuttavia ciò che ne è uscito è un esempio mal scritto di un genere screditato, reso ridicolo dall'insistenza che di tratti di verità da prendere alla lettera. Non esattamente un grande successo!

In breve, i segreti più sciocchi di Scientology non sono ridicoli semplicemente perché chi li legge è un "bigotto". Sono fatalmente minati dal rifiuto di Hubbard per le convenzioni religiose. Sono e sono sempre stati lavori di pseudoscienza à la Wilhelm Reich o Immanuel Velikovsky, non "scritture" religiose. Ironicamente è la Chiesa di Scientology, e non i suoi critici, a essersi resa colpevole di aver estrapolato dal loro contesto gli scritti di Hubbard.

 

Note di Martini:

1. Source è la rivista ufficiale della Flag Land Base, cioè della "Mecca" della "tecnologia religiosa" di Scientology che ha sede a Clearwater, Florida.

2. L'autore fa riferimento al volume "A History of Man" edizione 1954 in inglese. Il traduttore ha tratto le citazioni dal volume "Storia dell'Uomo", edizione in italiano del 1990, pubblicato da "New Era ® Publications International ApS - Copenaghen, Danimarca, distribuito in Italia da New Era Publications Italia S.r.L. - via L.G. Columella 12 - 20128 Milano". Le citazioni sono identiche a quelle usate dall'autore salvo dove diversamente specificato. Il volume, del costo di Lit. 110.000, può essere ordinato a: Dipartimento Ordini Postali, New Era Publications Italia, via Cadorna 61, 20090 Vimodrone (Mi), numero verde 800-828195.

3. Nell'edizione 1990 in italiano si trova una nota a pié di pagina che così recita:
«Uomo di Piltdown: si riferisce ai fossili trovati in Inghilterra in un'area chiamata Piltdown Common fra il 1908 e il 1915. Il cranio di cui si denunciò il ritrovamento possedeva le caratteristiche dell'uomo moderno, ma le mascelle assomigliavano a quelle di una scimmia. In seguito si scoprì che la scoperta di Piltdown non era altro che una frode».

4. Nell'edizione 1990 in italiano si trova una nota a pié di pagina che così recita:
«Nel testo inglese Jack-in-the-Box (Jack nella scatola). Si tratta di un giocattolo costituito da una scatola contenente un pupazzo a molla che salta fuori improvvisamente quando si solleva il coperchio».

5. L'autore fa riferimento al volume "Dianetics & Scientology Technical Dictionary", edizione 1975 in inglese. Il traduttore ha tratto le definizioni dal volume "Dizionario Tecnico di Dianetics e Scientology", edizione in italiano del 1984-85, "pubblicato da New Era ® Publications International ApS - Copenaghen, Danimarca, distribuito in Italia da New Era Publications Italia S.r.L. - viale Monza 48, 20127 Milano". Le definizioni sono identiche a quelle citate dell'autore, salvo dove diversamente specificato. Il volume, del costo di Lit. 191.250, può essere ordinato a: Dipartimento Ordini Postali, New Era Publications Italia, via Cadorna 61, 20090 Vimodrone (Mi), numero verde 800-828195.

6. Il volume in italiano, del costo di Lit. 66.000, può essere ordinato a: Dipartimento Ordini Postali, New Era Publications Italia, via Cadorna 61, 20090 Vimodrone (Mi), numero verde 800-828195.

7. Il Rapporto Anderson è consultabile qui.

8. L. Ron Hubbard, conferenza SH Spec 268, 6305c23, riportato anche nel volume "Dizionario Tecnico di Dianetics e Scientology", edizione in italiano del 1984-85.

9. In "Storia dell'Uomo" Hubbard parla di un implant chiamato "Blocco di Ghiaccio":
«Evidentemente si tratta di un metodo usato per trasportare gli esseri in una nuova area. L'essere viene congelato in un blocco di ghiaccio, trasportato in una nuova area e scaricato, di solito nell'oceano. Il vostro preclear, se ha questi episodi in restimolazione, ha mani e piedi cronicamente freddi […] Il Cubo di ghiaccio è piuttosto autentico».

10. Il volume è disponibile soltanto in inglese (sett. 2000), al costo di Lit. 110.000; può essere ordinato a: Dipartimento Ordini Postali, New Era Publications Italia, via Cadorna 61, 20090 Vimodrone (Mi), numero verde 800-828195.

11. Questa definizione viene riportata anche nel "Dizionario Tecnico di Dianetics e Scientology", ed. ital. 1984-85.

12. «Nella base militare di Montreal la troupe di Battaglia per la Terra rifiuta gentilmente di essere citata. Hanno firmato un accordo per restare in silenzio. Ai primi segnali di fotografi non autorizzati, uomini della sicurezza grossi come tori stendono velocemente dei teloni sulla recinzione. Posteggiano i furgoni dell'approvvigionamento in modo da ostruire la vista ai reporter. Ma non riescono a nascondere tutto, comprese scenografie che sembrano uscite da un film di serie B degli anni '50: vecchi passeggini per bambini, pompe di benzina, lampioni stradali, una cabina telefonica, parti di un razzo (questi articoli riportano alla mente la Confederazione di Marcab, che Hubbard definì in un dizionario della chiesa come "una civiltà decadente che contiene automobili, abiti da cerimonia, cappelli fedora, telefoni, astronavi").»
Tratto da
John Travolta sul "Campo di Battaglia", articolo del Washington Post, 28 novembre 1999, relativo al film di John Travolta "Battaglia per la Terra", tratto dall'omonimo romanzo di L. Ron Hubbard.

13. L'intervista è tratta dal libro di Russell Miller Bare Faced Messiah, ed è riportata nel capitolo 17, Alla ricerca di vite passate.

14. L. Ron Hubbard, Scientology 8-8008, pag. 132. Definizione riportata anche nel "Dizionario Tecnico di Dianetics e Scientology", edizione in italiano del 1984-85.

15. Il costo del solo Livello Avanzato denominato OT III - Muro del Fuoco, è di circa 19.600.000 lire (si veda qui per alcuni prezzi aggiornati). Per accedervi bisogna aver già speso almeno 50 milioni di lire. Questa stima, comunque, è davvero arrotondata per estremo difetto.

16. Il film è stato effettivamente realizzato nel 1999 e distribuito nel 2000: Terl "Battaglia per la Terra", con John Travolta tra gli interpreti principali. Secondo la rivista di cinema online Hollywood.com del 22.11.2000 (http://www.hollywood.com/stories/features/movies/10turkeys/) si è trattato del peggior film dell'anno:

«1. "Battaglia per la Terra"
Null'altro quest'anno ha trovato solidale tutto lo staff di
Hollywood.com come il fiasco fantascientifico di John Travolta.

Unanimemente stroncato, il progetto, a metà tra la vanità e l'omaggio al padre della Chiesa di Scientology, L. Ron Hubbard, ha ispirato molti interventi critici - dal moderato "profondamente cretino" fino allo storicamente significativo "uno dei peggiori film mai fatti". Ma forse ciò che più importa è che il film, la cui produzione è costata oltre 73 milioni di dollari, ne ha incassati appena 21,5; il che significa che se saremo fortunati probabilmente in questa vita non ci sarà un seguito».

Interessante comunque notare che, nonostante la Chiesa di Scientology continuasse a negare legami con la produzione, recenti testimonianze di scientologists riportano che - almeno nelle "org" italiane - fosse stata lanciata una delle innumerevoli "raccolte fondi" al fine di sostenerne la realizzazione, e che dopo il clamoroso flop sia stato velatamente "consigliato" di non nominare più il film. Si veda anche la nota 12.

17. È curioso notare come nell'edizione in italiano 1984-85 del Dizionario Tecnico la definizione di Space Opera sia stata variata in:
«Opera Spaziale - Space Opera: un racconto, un film, commedia radiofonica o televisiva, o fumetto, di solito di tipo piuttosto banale che dà una parte importante ai viaggi interplanetari, agli esseri extraterrestri spesso in conflitto con i terrestri ed altri temi simili della fantascienza (Webster Third International Dictionary)».

 
 
 
INDICE
 
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non è consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it