Scientology sull'orlo di una crisi di nervi

La mail di Capodanno di un'ex altissima dirigente manda il movimento nel panico. Il suo effetto dirompente sarà apprezzabile soltanto in futuro, al momento occupiamoci della cronaca quotidiana.

Di © Tony Ortega, caporedattore del Village Voice. Scrive articoli su Scientology dal 1995 e pubblicato con diverse testate. Febbraio 2012.

© Traduzione a cura di Simonetta Po, febbraio 2012

 



Scientology travolta da accuse di avidità in una mail spedita a 12.000 membri della chiesa

© Di Tony Ortega, Village Voice, 1 gennaio 2012. © Traduzione di Simonetta Po

Era da poco passata la mezzanotte di ieri e la palla di Time Square era appena caduta per salutare il 2012 quando i nostri fidati osservatori di Scientology hanno cominciato a inondarci di mail febbrili. 36 minuti dopo la mezzanotte era apparsa la prima, grande, esplosiva notizia del 2012.

Una donna chiamata Debbie Cook aveva appena sganciato una specie di bomba atomica sugli affiliati della Chiesa di Scientology e in questo momento - mezzogiorno del Primo dell'Anno - la sua pagina Facebook sembra impazzita mentre i compagni scientologist cercano di fronteggiare l'inevitabile fallout.

Un tempo la Cook era una dirigente di altissimo livello della Sea Org di Scientology. Era a capo della Flag Service Organization di Clearwater, Florida, il che la rendeva una delle funzionarie di spicco della sede spirituale mondiale dell'organizzazione. Qualche anno fa ha lasciato quell'incarico e anche la Sea Org, ma è ancora un membro della chiesa in good standing [ortodossa]. Status destinato probabilmente a cambiare ora che la sua mail pare abbia raggiunto 12.000 membri di Scientology, missiva che accusa il leader ecclesiastico David Miscavige di aver trasformato Scientology in poco più di un tritacarne perennemente affamato di soldi.

Oggi è giorno di festa e abbiamo qualche problema a contattare alcune delle nostre fonti usuali per sentire il loro parere sulla mail di Debbie. Lei stessa non ha risposto al mio messaggio. Ma mentre restiamo in attesa di notizie pubblicheremo la sua mail per intero, lettera che lei stessa ha autenticato questa mattina, come potete vedere qui:

Alcune cose da tenere a mente mentre leggete il suo messaggio:

  • Debbie è consapevole che i suoi correligionari non sono abituati a sentire critiche alla dirigenza della chiesa e sospetteranno automaticamente che il messaggio sia stato inviato da qualche esterno o da un membro deluso già dichiarato persona soppressiva" (scomunicato). È per questo che sottolinea ripetutamente di essere ancora un membro ortodosso (in good standing), di stare scrivendo solo per i correligionari e di non volere che il suo messaggio sia diffuso fuori dalla chiesa (nozione parecchio ingenua).

  • Come molti altri membri veterani della chiesa che hanno abbandonato Scientology, anche Debbie è molto stanca dell'intensa pressione voluta da David Miscavige per raccogliere denaro da persone che sono già state spremute come limoni. Come abbiamo visto in "La Macchina da soldi", l'eccezionale serie di articoli del St. Petersburg Times, anche i membri più leali e fedeli sono stufi della pressione costante a donare grossi importi [Aggiornamento: ora anche Tobin e Childs del St. Petersburg Times hanno pubblicato un articolo sulla mail della Cook].

  • Ciò che rende veramente unico questo documento è il modo in cui Debbie si appella ai correligionari citando "Sorgente" - le parole stesse di L. Ron Hubbard - per mostrare quanto l'enfasi di Miscavige sulle raccolte fondi sia "fuori etica" (distante dalle direttive).

Dopo aver letto questo appello chiaramente accorato di una scientologist veterana allarmata da ciò che la chiesa è diventata, noi restiamo con un sacco di domande: che ne sarà di Debbie Cook? Sarà dichiarata "persona soppressiva" per aver posto pubblicamente queste domande? Ai suoi numerosi amici sarà chiesto di disconnettere da lei? La sua mail darà inizio a una vera discussione su questi problemi tra i membri veterani e incoraggerà ulteriori defezioni verso il blog di Marty Rathbun e il movimento indipendente? Oppure, Miscavige comincerà finalmente a vedere la luce e inizierà ad apportare cambiamenti critici per salvare Scientology dai problemi che sembrano dilaniarla?

Come sempre restiamo in attesa dei vostri commenti e riflessioni. Quindi senza ulteriori esitazioni, eccovi la mail di Debbie Cook...

Renderti disponibile la traduzione di questo e dei numerosi articoli collegati ha comportato decine di ore di lavoro gratuito. Contribuisci a difendere questo sito e il suo importante ruolo informativo facendo una una

Aggiornamento: Debbie Cook ha chiesto che la sua mail non sia diffusa. A questo punto sono disponibile a collaborare con lei e spero che continuerà a parlare di ciò che ha visto. [Ulteriore aggiornamento: abbiamo rimesso online la sua mail, con qualche annotazione] Adesso quello scritto è stato ripreso da tutta Internet e potete leggerlo sul blog di Marty Rathbun, su ESMB o su WhyWeProtest.net.

Secondo aggiornamento ora abbiamo un'analisi della mail di Debbie Cook fatta da Jefferson Hawkins. Ex dirigente Scientology di eccezionale sensibilità, Hawkins ha postato i suoi commenti nella nostra sezione apposita ma li ricopio qui per dar loro la visibilità che meritano.

I miei complimenti a Debbie per aver parlato chiaramente. È una donna con gli attributi. E tanto di cappello per l'uscita ben pianificata, un tempismo perfetto e chirurgico inteso a illuminare gli scientologist devoti.

Per moltissimi anni Debbie è stata usata come portavoce della Flag Land Base. La sua foto spiccava su ogni numero della rivista Source assieme al "Messaggio del Capitano". Debbie ha girato innumerevoli video promozionali in cui elogiava le virtù dei soggiorni alla Flag Land Base. La chiesa le cucì deliberatamente addosso l'immagine di "opinion leader" degli scientologist. Il lavoro per renderla una opinion leader di altissimo profilo tra la crema degli scientologist è stato lungo e pianificato.

Ora tutti i nodi stanno venendo al pettine. Qualcuno potrebbe criticarla per non aver fatto di più per denunciare gli abusi e la crudeltà al vertice di Scientology (che lei stessa ha vissuto e sperimentato), ma tenete a mente che il suo messaggio non è per noi. Non è per gli ex scientologist o per i critici e nemmeno per gli scientologist indipendenti. È diretto a chi è ancora dentro Scientology e ancora sostiene l'organizzazione. E, per loro, è un messaggio perfetto. Cita profusamente Hubbard e usa le parole del Fondatore per mostrare quanto Scientology sia uscita dai binari di quei principi e insegnamenti. Questi argomenti risuoneranno in ogni scientologist.

Loro SANNO che c'è qualcosa che non va. Dovrebbero essere sordi ciechi e muti per non accorgersene. Anche lo scientologist più indottrinato, quello in piena fase di negazione, dovrebbe avere attivato tutti i suoi soppressori della dissonanza cognitiva per tenere a bada dubbi e domande. Loro Sanno che c'è qualcosa che non va. E per una opinion leader del calibro di Debbie Cook, uscirsene a dire «sì, c'è qualcosa che non va e si tratta precisamente di questo» è un passo importante.

Forse qui nel "mondo reale" non vedremo effetti immediati ma posso assicurarvi che il suo messaggio sta avendo un grande impatto interno. Nei prossimi giorni assisterete a tentativi isterici di controllare il danno da parte di OSA, tentativi di fare "dead agent" su Debbie Cook e così via. Ma il danno è fatto - questa lettera si diffonderà internamente sottotraccia, come un virus.




Scientology sta implodendo? Si registrano reazioni di panico dopo le critiche di una ex dirigente

© Di Tony Ortega, Village Voice, 3 gennaio 2012. © Traduzione di Simonetta Po.

Il mondo degli osservatori di Scientology è ancora nel marasma dopo l'atterraggio nella casella di migliaia di membri della chiesa della mail di Capodanno di Debbie Cook.

Pochi minuti dopo la mezzanotte di sabato abbiamo iniziato a ricevere copie della bordata scritta da una delle ex dirigenti più importanti di Scientology. Citando le parole di L. Ron Hubbard, la Cook ha massacrato l'attuale dirigenza della chiesa alla cui guida c'è il leader David Miscavige e si è lamentata di una «nuova era di continue raccolte fondi» e di «regging estremo».

Nei due giorni successivi è stato molto interessante osservare le reazioni dei membri della chiesa che avevano ricevuto quella mail e che hanno variamente risposto lodandola, condannandola o uscendo semplicemente di testa.

Poi abbiamo notato questa frase di Larry Brennan, ex scientologist che negli anni '80 collaborò alla riorganizzazione della struttura corporativa della chiesa e che ne sa parecchio sulla forza auto difensiva di Scientology:

La Scientology organizzata fu strutturata per resistere agli "attacchi" esterni. Ma tutte le sue scatole cinesi e la guisa religiosa nulla possono contro l'implosione, le aule di studio vuote, l'esodo di massa.
Implosione? Esodo di massa? Può una singola mail provocare veramente tanto panico? Lo abbiamo chiesto a chi conosceva bene Debbie Cook e ci può spiegare che cosa la sua bordata significhi per un'organizzazione già traballante. Ma prima di tutto vorremmo darvi qualche indicazione sul fatto che noi del Voice non siamo gli unici ad aver riportato la storia di Capodanno e a considerarla importante. Joe Childs e Tom Tobin, gli ottimi giornalisti dell'ex St. Petersburg Times, hanno raccontato la mail della Cook già domenica pomeriggio e ieri, secondo giorno in cui il giornale esce con il nuovo nome Tampa Bay Times, la sua storia era in prima pagina con una breve carrellata sulla carriera della Cook:

La Cook, oggi 50enne, era il volto di Flag, la sede spirituale mondiale Scientology di Clearwater. "Capitano" di Flag dal 1989 al 2006, la donna operava come direttore amministrativo della chiesa locale, ma era nota e rispettata in tutto il mondo Scientology. A Clearwater era la funzionaria di livello più alto della Sea Org, l'ordine religioso paramilitare di Scientology.

Era poi la figura istituzionale di Source, la rivista di Flag, che in ogni numero pubblicava una sua foto in uniforme blu d'ordinanza, sorridente e sicura di sé, e un suo messaggio positivo ai fedeli.

Successivamente venne trasferita in California alla sede dirigenziale internazionale della chiesa, da cui si dimise nel 2007. La Cook e il marito Wayne Baumgarten, anch'egli ex staff della chiesa, oggi gestiscono un'azienda a San Antonio specializzata in consulenza, marketing internet, progettazione di siti web, social media, programmazione finanziaria e altri campi.

La mail della Cook è lunghissima e zeppa di gergo scientology. Ne abbiamo trovate evidenziate alcune righe su WhyWeProtest.net e riteniamo che il sito abbia ottimamente condensato il senso del messaggio (con alcuni cambiamenti)...
  • Sono stata un membro di Scientology di alto livello per oltre 30 anni, non ho mai creato problemi, ma adesso lo farò.
  • Odio le raccolte fondi. Scientology ha già accantonato più di un miliardo di dollari e non lo sta spendendo.
  • Odio questi nuovi edifici costosi e vuoti.
  • Odio che chi ha raggiunto il magico livello di "clear" si senta dire che deve rifarlo in modo che la chiesa possa incamerare altri soldi. Lo hanno fatto anche con me e ora sono povera.
  • Odio che David Miscavige abbia preso il potere assoluto sulla chiesa, quando invece sarebbe dovuta essere diretta da comitati di dirigenti.
  • Odio che i dirigenti che dovrebbero rivestire incarichi di comando siano tenuti prigionieri in un carcere speciale di Scientology, dove anche io sono stata rinchiusa.
  • Voglio fare qualcosa.
  • Voglio fermare le richieste di donazioni (salvo che per l'acquisto dei servizi di Scientology).
  • Voglio che mandiate in modo anonimo questa mia mail a tutti i clienti dell'azienda Scientology che conoscete.
Questo riassunto è un po' modificato ma coglie l'essenza del discorso della Cook. Come ho sottolineato domenica mattina, una delle cose che caratterizza il suo tono è l'enfasi posta sul fatto che lei non è un critico esterno di Scientology ma è un membro in good standing, fedele all'ortodossia e preoccupata che la sua chiesa si sia troppo focalizzata sul regging (raccolte fondi). Per sostenere la sua opinione, la Cook cita le parole del fondatore di Scientology L. Ron Hubbard.

Domenica pomeriggio ho contattato la Cook che ha rifiutato un'intervista, ma mi ha chiesto di togliere dal sito la sua e-mail. Ho accolto la sua richiesta e lei mi ha educatamente spiegato che vorrebbe comunicare direttamente con i suoi correligionari, piuttosto che tramite stampa. Rispetto la sua scelta e onestamente le auguro buona fortuna. Ma a giudicare dalle reazioni sulla sua pagina Facebook, si direbbe che la sua battaglia non sarà facile.

Negli ultimi due giorni osservare i post che i correligionari hanno lasciato sulla sua pagina Facebook prima che lei potesse toglierli è diventato una specie di sport. I ricercatori dagli occhi di lince di WhyWeProtest.net hanno salvato quelle reazioni e si sono chiaramente divertiti a fare previsioni sulla Cook e la chiesa. Eccovene alcuni esempi...

Alcuni membri si sono detti certi che l'autore di un tale messaggio non poteva essere la Cook e davano per scontato che il suo accesso e-mail fosse stato hackerato...

[Avevo postato un commento chiedendo la dimostrazione che l'account non fosse stato hackerato ma è stato subito cancellato! Sono convinto che questo account sia stato hackerato! Se mi sbaglio, per favore Debbie dimostramelo!]

Ma una volta confermata l'autenticità della mail postata sulla pagina Facebook, le cose sono volte al peggio...

[Vergognati e vergogna per il tuo disgustoso infiltrarti tra gli amici di questo thread]

Altri erano semplicemente preoccupati che tutti quei commenti fossero fatti in un luogo pubblico come Facebook...

[Queste discussioni non dovrebbero essere fatte su un social media, dove possono essere usate per ulteriori attacchi a Scientology. Sono sicuro che LRH usasse tutto il denaro che guadagnava e che lo usasse per diffondere e espandere Scientology.]

Altri membri della chiesa, intanto, riferivano di avere inviato un rapporto alle autorità Scientology contro la Cook e la sua e-mail...

[Cook 1: Cari amici, sì ho scritto io l'e-mail. No, non ho contatti con nessuno che non sia in good standing. L'ho fatto per l'amore e il rispetto che provo per LRH e il desiderio di vederci tutti quanti correggere situazioni che necessitano di essere corrette all'interno del gruppo.
Cook 2: Per cortesia non postate in merito alla mia e-mail. Se avete domande fatemele in privato.
Ben: Suggerire che i tuoi pensieri siano diffusi e condivisi in modo anonimo non mi piace Debbie. Per favore interrompi ogni comm con me.
Gary: Sei una bugiarda, hai moltissimi contatti con persone che non sono in good standing.
Tracy: Ho spedito tutto a OSA per un'investigazione!
Gary: Grazie Tracey
]

Naturalmente Facebook è una lente imperfetta attraverso cui osservare la chiesa e i suoi membri. Ma da quanto abbiamo potuto vedere, molti fedeli sono rimasti turbati nel vedere quella che un tempo era una dirigente di vertice provocare così direttamente la leadership di Scientology.

Desideravo sapere che tipo di impatto l'e-mail potesse avere sulla chiesa, così ho telefonato a Jason Beghe, attore che come si sa abbandonò pubblicamente l'organizzazione nel 2008 e da allora ne è uno schietto critico. Da seguace attivo, Beghe era una celebrity Scientology molto famosa, trascorse parecchio tempo a "Flag" e capiva molto bene il ruolo di Debbie Cook.

«Questa donna è intransigente come chiunque altro abbia mai preso in mano le lattine. Questa è devozione. Questa è la donna che per 17 anni è stata l'ufficiale comandante della Flag Service Organization», mi ha detto al telefono da Malibu ("lattine" è riferito agli elettrodi dell'e-meter, lo strumento che gli scientologist usano durante la consulenza pastorale). «Il suo status era elevatissimo. Ma era sempre calorosa e professionale. Era veramente cordiale, ma non oltrepassava mai la misura», ha commentato Beghe riferendosi alle occasioni in cui incontrò la Cook quando andava a Clearwater per i servizi della chiesa. «Quando se n'è andata ho pensato che poteva veramente fare qualcosa. E il modo in cui l'ha fatto è perfetto.»

Da quando è fuoriuscito, Beghe ha incoraggiato altri ad andarsene e ha collaborato con l'ex dirigente Marty Rathbun il quale è stato particolarmente efficace nel convincere membri veterani a distaccarsi dalla chiesa a causa della gestione Miscavige.

«Parliamoci chiaramente. Non c'è molta gente nuova che entra in Scientology. L'obiettivo adesso è rivolgersi a chi è ancora dentro e viene maltrattato. Lei si sta rivolgendo a chi ha bisogno di aiuto», ha detto Beghe. «Le mando i miei vivissimi complimenti.»

Beghe voleva che afferrassi bene quanto fosse importante il lavoro della Cook a Clearwater. «Lei gestiva l'intera organizzazione di Flag. Era l'ufficiale comandante. Se le uova erano fritte troppo, la responsabilità era sua. Era responsabile di ogni singola persona che lavorava a Flag», mi ha spiegato. Per quanto riguarda le persone a cui lei si sta oggi rivolgendo, Beghe dice che non reagirebbero a esortazioni esterne e nemmeno alla maggioranza di altri membri che potessero dar voce al malcontento. Per scuoterli serve qualcuno come la Cook.

«So che è difficile capire come si possa essere così ottusi. Ma sei come in trance. Se però a parlare è qualcuno di quell'importanza, l'effetto c'è. Ed è quanto di più "standard" puoi avere. Lei si sta semplicemente lamentando di "tech non standard"» continua Beghe, intendendo dire che nel citare Hubbard la Cook stava cercando di comunicare ai membri della chiesa per aiutarli e spingerli a farsi domande sulla leadership di Miscavige.

«La sua intenzione è aiutare quelle 12.000 persone e le persone che loro decidono di contattare. Al contrario, rivolgersi alla stampa avrebbe avuto scarso effetto. Il nome di questo gioco è aiutare quei figli di buona donna che ancora sono nella setta. E secondo me, ci riuscirà», commenta Beghe. «Sono sicuro che centina di persone si sono dette accidenti! e hanno avuto una rivelazione.»

Ma le reazioni lette su Facebook non indicano forse che non è così facile comunicare con alcuni membri che hanno reagito istintivamente denunciandola alle autorità per aver osato criticare Miscavige? «Sono sicuro che contro di lei inizierà una campagna denigratoria. Seguiranno la loro dannata routine standard. Ma va bene così perché ogni volta che lo fanno renderanno meno credibile la volta successiva», dice Beghe riferendosi allo sforzo già in corso di fare "dead agent" contro la Cook - cioè trasformare chi ha una storia illustre in Scientology in una non persona, reminescenza del modo in cui la Pravda cancellava gli ex dirigenti dalle vecchie foto ufficiali.

«Sono sicuro che si scaglieranno contro di lei in modo molto duro, non so come ma so che lo faranno», aggiunge Beghe. «La chiesa troverà il modo di contrattaccare furiosamente per contrastare gli effetti della sua mail. Già un sacco di quella gente sta venendo "maneggiata". Il motivo per cui ora non si hanno notizie dalla chiesa è che sono impegnati

Su alcuni la campagna di "maneggiamento" potrebbe essere efficace, continua Beghe. «Quella gente non riesce a pensare con la sua testa il che è particolarmente ironico perché quando entrano in Scientology si sentono dire che impareranno a fare proprio quello.» Altri però, dopo aver letto le critiche della Cook inizieranno a porsi serie domande su quanto sta accadendo dentro la chiesa. «A un certo punto si sveglieranno. O almeno lo spero.»

Renderti disponibile la traduzione di questo e dei numerosi articoli collegati ha comportato decine di ore di lavoro gratuito. Contribuisci a difendere questo sito e il suo importante ruolo informativo facendo una una

Aggiornamento: Come sottolinea Marty Rathbun sul suo blog (e i nostri commentatori ci hanno subito avvertito) la storia di Debbie Cook sta avendo risonanza mondiale. Viene infatti riportata dai più importanti quotidiani inglesi - il Guardian, il Telegraph, il Daily Mail - e questa mattina si è aggiunto anche USA Today (e più tardi il Dutch e il tedesco Spiegel).

Rathbun fa poi notare che la replica della chiesa alla e-mail della Cook - riferita dalla portavoce Karin Pouw - è convincente quanto lo sono i proclami di Baghdad Bob: «Le opinioni di Ms. Cook riflettono una visione del mondo odierno limitata, ignorante e poco illuminata.»

Devo dire che Rathbun ha ragione.

Anche Jason Nark di Philly.com ha scritto un articolo divertente sulle origini nel South Jersey e di Filadelfia di David Miscavige.



Scientology in crisi: la trasformazione di Debbie Cook da colonnello a Masaniello

© Di Tony Ortega, Village Voice, 4 gennaio 2012. © Traduzione di Simonetta Po.

Gran parte della stampa su Debbie Cook si è concentrate sul suo passato di altissimo dirigente della Chiesa di Scientology e sulla sua rapida trasformazione in una whistleblower [chi dà l'allarme, chi "suona il fischietto"] intenzionata a incoraggiare i correligionari a prendere posizione contro la gestione di Scientology del capo David Miscavige. Ma tra la Cook "Capitano di FSO" a Clearwater, Florida e la Cook di oggi, non più dipendente della chiesa e che critica Miscavige da San Antonio, Texas, sono trascorsi diversi anni.

La Cook non ci vuole ancora concedere un'intervista ma non ce ne staremo con le mani in mano: gli anni trascorsi da quando lasciò il suo quasi leggendario ruolo a "Flag" e nel 2007 (nella sede elusiva di Scientology nel deserto californiano) intraprese un cammino fatto di punizioni umilianti sono parte documentata della sua storia e ci aiutano a capire come Debbie sia diventata l'odierna Masaniello. Il che ci porta a chiederci: alla fine, l'omofobia di Scientology ha portato il movimento sull'orlo del baratro?

L'omofobia di Scientology è un aspetto molto noto del suo impianto, è roba da star e da trasmissioni di successo. La frecciata del comico Ricky Gervais alla consegna dei Golden Globe dell'anno scorso è risaputa: «Tra i non nominati troviamo anche Jim Carey e Ewan McGregor di I love you Philip Morris - due eterosessuali che si fingono gay. Quindi l'esatto contrario di alcuni famosi scientologist.»

L'uscita da Scientology del regista Paul Haggis si guadagnò i titoli dei giornali e fu in parte dovuta a ciò che egli considerava omofobia. E al pari di Debbie Cook anche noi andiamo dritto alla "Sorgente" L. Ron Hubbard che in Dianetics, testo fondante della religione, diceva che l'omosessualità è una perversione. E se credete a Marty Rathbun, un tempo secondo in comando di Scientology, è stata questa cortina omofobica a porre termine all'illustre carriera di ufficiale Sea Org di Debbie Cook, oltre che passo cruciale del suo viaggio da "volto di Flag" a potenziale leader di una rivolta scismatica.

Come abbiamo scritto in precedenza, la mail in cui Debbie Cook si lamentava del leader ecclesiastico David Miscavige è potenzialmente molto devastante proprio perché per tanti anni la Cook ha simboleggiato per numerosissimi fedeli ciò che in Scientology era giusto. «Era davvero una specie di "madre" di Scientology», commenta l'ex membro Sea Org Mat Pesch. «Era la donna forte e decisa che rappresentava tutto ciò che dovrebbe essere Scientology».

La Cook è stata "capitano" della Flag Service Organization per 17 anni e il suo volto sorridente adornava articoli e video che invitavano i membri della chiesa a Clearwater, dove avrebbero potuto godere di lunghi (e costosi) soggiorni. «La conosceva anche chi non era mai stato a Flag, era un punto di riferimento. Rappresentava tutto ciò che di buono dovrebbe esserci in Scientology», continua Pesch.

Mike Rinder ricorda ancora la prima volta in cui vide il suo volto cordiale. «Sono stato il suo primo capo nella Sea Org, dove lei arrivò verso il 1978» mi ha detto ieri al telefono l'ex portavoce capo della chiesa. «Debbie all'inizio lavorava nella Commodore Messenger's Organization. Io ero il capo di CMO Clearwater. Proveniva dal North Carolina, era una specie di Daisy Duke. Era come se non avesse mai visto una grande città. Voglio dire, lei veniva da Raleigh, non da una qualche sperduta fattoria. Ma era un pesce fuor d'acqua. Aveva un accento molto forte. Era sui 18 anni ma era una ragazza molto brillante e capace che si sapeva far valere.»

Si fece valere al punto da arrivare a dirigere la mecca spirituale di Scientology. «Devo sottolineare che rimanere a capo di FSO per tanto tempo come ha fatto lei è una cosa inaudita», aggiunge Rinder.

La Cook non era famosa soltanto per il suo sorriso nei video e negli articoli promozionali. Come ogni altro membro della Sea Org, anche lei era sottoposta a un'intensa pressione per raggiungere le quote di produzione che, alla Flag Land Base, significavano attirare una corrente continua di ricchi scientologist disposti a pagare costosi servizi, corsi e soggiorni. Si sa che in Sea Org i dirigenti pungolano continuamente i sottoposti a raggiungere le quote e la Cook non faceva eccezione: se i numeri erano bassi cominciava a tuonare contro i suoi junior.

La Cook viene citata anche in una dichiarazione giurata del 2001 di Maria Pia Gardini, ex membro della Sea Org che racconta come, dieci anni prima, Debbie Cook l'avesse sottoposta a fortissima pressione per donare a Scientology oltre un milione di dollari dopo aver appreso che la madre della Gardini era appena morta e lei stava per ereditare molto denaro. Pia Gardini descrive in doloroso dettaglio come la Cook e altri le fecero ripetute pressioni affinché donasse quel denaro che sarebbe dovuto servire per pagare un programma che avrebbe portato gli italiani in addestramento a Clearwater. Alla fine però il denaro non fu mai speso per quello scopo. Al contrario - afferma la Gardini - la Cook ricevette una sostanziosa commissione sulle sue donazioni e con quel bonus si comprò una macchina lussuosa.

In quel periodo Marty Rathbun era un dirigente di altissimo livello di Scientology e ieri mi ha confermato che effettivamente la Cook ricevette una commissione sulle donazioni di Pia Gardini. «Devi capire», mi ha detto al telefono dal Texas, «che sotto Miscavige i dirigenti di FSO sono diventati dei venditori riveriti.»

Marty mi ha riportato alla mente un video di Harvey Jacques, successore della Cook in quell'incarico, che avevamo postato a novembre e in cui si vede Jacques, attuale Capitano di FSO, che arriva a una festa di Capodanno e spiega ad alcuni scientologist di Taiwan di avere soltanto pochi minuti per raccogliere gli ultimi 8000 dollari dei 5 milioni che aveva avuto l'incarico di mettere assieme nelle ultime due settimane del 2010.

«Quello era il lavoro di Debbie. Passava un sacco di tempo a fare soldi. Era il suo incarico, viene con tutto il resto.» Rathbun cita il procuratore distrettuale Robert Perry che nella sua arringa al processo John DeLorean del 1984 disse: «per una congiura architettata all'inferno non aspettatevi di avere degli angeli come testimoni.»

«So che la sua e-mail è sincera nel manifestare disgusto per ciò che la chiesa è diventata», continua Rathbun. «E' stata costretta a trasformare FSO in una grande macchina mangiasoldi. Per cui sì, penso sia pentita di ciò che ha fatto.»

Nonostante i soldi che riusciva a incamerare per la chiesa e la capacità di tenere in riga i suoi sottoposti, il fatto che la Cook sia durata così a lungo come Capitano di FSO resta notevole, mi dice Rinder. «Sappiamo bene che David Miscavige si sbarazza di chi considera una minaccia, sia per le loro evidenti capacità, sia per la loro popolarità», continua. «Bene, Debbie era popolarissima, resterà per sempre il volto pubblico di Flag. Appariva in tutti i video, presenziava alle cerimonie di diploma. E tutti i venerdì sera consegnava riconoscimenti e certificati a chi aveva completato qualcosa, corso o servizio che fosse. Era veramente un pezzo grosso.

«Non riesci a tenere un incarico così importante se sei un incapace. Debbie era molto competente e intelligente ed era molto portata per Scientology. Non è soltanto una personalità gradevole. Era una auditor e un supervisore di Scientology molto capace ed era addestrata sulle direttive amministrative interne».

«Quando Miscavige si sbarazzò di tutti i suoi aiutanti più fidati - tutti quanti finiti nel "Buco"», prosegue Rinder, «scelse Debbie come vice. La trasferì alla Base INT e le disse che doveva riformare la struttura internazionale di Scientology.» Rinder si riferisce a un episodio della storia recente di Scientology spiegata in dettaglio in libri come Inside Scientology di Janet Reitman e Blown for Good di Marc Headley, oltre che dal St. Petersbug Times. Nel 2006 Miscavige aveva ormai spedito nel "Buco" della Int Base - due grandi roulotte divenute una specie di gulag per i dirigenti caduti in disgrazia - talmente tanti funzionari di vertice che a gestire le cose ad alto livello non era rimasto quasi più nessuno.

È quello l'ambiente in cui si ritrovò la Cook alla fine del 2006 mentre cercava di ottemperare agli ordini di Miscavige. Un gelido giorno di ottobre o novembre prese i vari dirigenti rinchiusi nel "Buco" e li fece marciare verso il laghetto della proprietà. Nella colonna di dirigenti c'era anche Mike Rinder, che ben ricorda il tuffo nell'acqua gelata su ordine della Cook.

«Sono rimasto nel "Buco" per due anni», racconta Rinder.

Perché? Gli ho chiesto.

«Non mi ricordo più. Miscavige diceva che avevo pasticciato qualcosa. Poi arrivò la BBC e mi fece uscire dal "Buco".»

Ai primi del 2007 John Sweeney, giornalista della BBC, aveva contattato la chiesa per ciò che sarebbe diventato il famosissimo Scientology and me, documentario che riporta anche la sua esplosiva reazione a Tommy Davis. Rinder, già portavoce capo della chiesa, era stato tolto dal "Buco" per aiutare Davis nella gestione di Sweeney.

Ho improvvisamente capito perché in quel documentario Rinder appariva così magro e provato - aveva appena trascorso quasi due anni a riso e fagioli, rinchiuso nel "Buco".

Rinder nel documentario della BBC, appena uscito dal "Buco".     Rinder oggi, molto più in forma.

«Proprio così. Ero rimasto nel "Buco" per oltre un anno. Mangiavamo quasi solo riso e fagioli che ci portavano in grandi vassoi su cui ci avventavamo per ingurgitarne più che si poteva, perché avevamo soltanto 10 minuti», spiega Rinder.

Gli ho chiesto di descrivermi il "Buco": «Erano queste due grandi roulotte accostate, note come sede di CMO Int. C'era una grande sala conferenze circondata da cabine di lavoro e altri uffici, oltre ai bagni per gli uomini e le donne. Tutto lì.»

«Dove dormivate?»

«Sul pavimento, sotto la scrivania.»

«Per due anni?»

«Sì.»

«E un giorno arrivò Debbie Cook, vi fece marciare fino al laghetto e vi disse di buttarvi dentro?»

«Sì. Era ottobre o novembre, faceva freddo. Lei stava obbedendo a un ordine», mi spiega Rinder, il quale uscì dal "Buco" ai primi del 2007 per "maneggiare" la BBC. Poco dopo anche la Cook finì nel "Buco".

Sul suo blog Marty Rathbun descrive che cosa accadde a Debbie quell'estate. Racconta che parte della routine del "Buco" era costringere i suoi internati a confessare le proprie trasgressioni, una delle forme classiche del controllo di gruppo. Miscavige - scrive Rathbun - pretendeva in particolare che due dei suoi ex alti dirigenti ammettessero di essere coinvolti in una relazione omosessuale. Miscavige «lo andava dicendo a tutta la truppa da almeno 10 anni», prosegue Rathbun. «Debbie [Cook] era lì quando DM [Miscavige] annunciò che il giorno seguente sarebbe arrivato Tom Cruise "a prendervi tutti a pugni" se il centinaio [di prigionieri del "Buco"] non fosse riuscito a ottenere una confessione» dai due funzionari in merito alla loro relazione omosessuale.

Rathbun sostiene che per ottenere le confessioni volute da Miscavige, gli altri prigionieri subirono pressioni affinché malmenassero i due uomini fino a estorcere loro delle ammissioni. Quando però quelle ammissioni furono riferite a Miscavige - prosegue Rathbun - la Cook denunciò che erano state esagerate. Il che portò la stessa Cook nel mirino degli altri prigionieri, convinti che la donna stesse loro impedendo di dare a Miscavige ciò che lui voleva. A quel punto fu lei a finire sulla graticola. «La accusarono pesantemente», racconta Rathbun. «Quella Debbie "deve essere una lesbica".»

Debbie trascorse le successive dodici ore ritta in piedi dentro un grande bidone dei rifiuti davanti a un centinaio di persone che le versavano acqua addosso, la investivano di improperi e pretendevano che confessasse le sue "tendenze omosessuali". Durante quella tortura le avevano messo al collo dei cartelli uno dei quali, scritto con un pennarello fluorescente, diceva "LESBICA". Nel corso dell'interrogatorio Debbie fu ripetutamente schiaffeggiata in volto da altre donne. Ma non cedette mai.

Forse quel giorno la Cook resistette alla pressione, ma alla fine lasciò sia la Sea Org, sia lo staff di Scientology. Si trasferì a San Antonio, Texas, dove ora gestisce uno studio di consulenza professionale. Evidentemente in questi quattro anni ha aspettato l'occasione buona e alla fine ha inviato la sua e-mail, provocando una crisi nella chiesa.

Rathbun mi dice che la Cook continuerà a tenersi alla larga dai giornali non solo perché desidera fare arrivare il suo appello direttamente ai membri della chiesa, ma anche perché ha firmato un accordo di confidenzialità con la chiesa.

«Un giorno parlerà di quelle esperienze e quel giorno riusciremo a porre termine al ricatto di questi contratti di riservatezza», continua Rathbun. E per quanto riguarda ciò che lui scrisse sull'esperienza della Cook alla Int Base, dice di averne avuto conferma da più fonti presenti nel "Buco" e che furono testimoni oculari. «Quel post è online da due anni e la chiesa non ne ha mai fatto cenno».

In realtà ieri la chiesa ha rilasciato una dichiarazione sulla e-mail della Cook. Karin Pouw ha detto a un paio di agenzie mediatiche che «Le opinioni della Cook riflettono una visione limitata, ignorante e non illuminata del mondo odierno di Scientology. Quelle opinioni non sono condivise dalle migliaia di scientologist che hanno accolto con grande entusiasmo le nostre 27 nuove chiese e ciò che esse significano per le comunità di cui si pongono al servizio.» Poi ieri sera la Pouw ha fatto altre dichiarazioni a USA Today. Ecco come il giornalista Douglas Stanglin le ha riportate:

La portavoce Karin Pouw aggiunge che l'aver descritto la Cook come «importante figura di Scientology» è «inaccurato». Ha detto che si tratta invece di una «astiosa fuoriuscita» che da molti anni non ricopre più incarichi nella chiesa che ha lasciato nel 2007 per questioni di salute.

«La chiesa definisce "squirrel" le persone come la Cook. Uno squirrel è chi altera le Scritture; un eretico» ci scrive la Pouw, chiedendo che «questo errore venga corretto nel titolo e nel testo dell'articolo.»

La Cook squirrel ed eretica? Si tratta del copione classico della Pouw e di Miscavige, ma in questo caso la mail della Cook fa riferimento unicamente alle indicazioni di L. Ron Hubbard.

Ieri sera anche il Tampa Bay (ex St. Petersburg) Times ha pubblicato un editoriale sulla mail della Cook. Si tratta di quel tipo di riflessioni che vorremmo vedere più spesso sui quotidiani di questo paese:

Renderti disponibile la traduzione di questo e dei numerosi articoli collegati ha comportato decine di ore di lavoro gratuito. Contribuisci a difendere questo sito e il suo importante ruolo informativo facendo una una

[La Cook] ha riferito che la chiesa sta seduta su oltre un miliardo di dollari di donazioni all'associazione e che tale montagna di soldi viola le direttive impartite dal defunto fondatore della chiesa, L. Ron Hubbard...

Mentre la chiesa tuona contro i suoi ex dipendenti che parlano in pubblico definendoli astiosi e sleali, la Cook non può essere liquidata così sommariamente. Dal 1989 al 2006 è stata Amministratore Delegato (CEO) della chiesa di Clearwater e ha lasciato il personale di Scientology soltanto nel 2008. Nella sua lettera afferma di restare una fedele ortodossa, si descrive come scientologist devota ed esorta i suoi correligionari ad abbracciare gli insegnamenti di Hubbard, a ribellarsi alle raccolte fondi aggressive e a spingere per cambiamenti positivi.

La credibile critica della Cook alla Chiesa di Scientology è una ulteriore evidenza della necessità che l'Internal Revenue Service riesamini le pratiche della chiesa. Dovrebbe poi sollecitare nel Congresso un maggior interesse alla trasparenza delle finanze delle organizzazioni religiose. Ma lo scritto della Cook offre anche un'opportunità di riflessione agli scientologist i quali, in quanto interni alla chiesa, dovrebbero essere più efficaci delle forze esterne nell'apportare i cambiamenti necessari.

Non potremmo dirci più d'accordo.




Scientology nel caos: la mail di Debbie Cook commentata

© di Tony Ortega, Village Voice, 6 gennaio 2012. © Traduzione di Simonetta Po.

Da quando domenica scorsa è stata diffusa la notizia della stupefacente e-mail di Debbie Cook, inviata a migliaia di colleghi scientologist, da molte parti ha cominciato a girar voce di una frattura molto seria dentro la chiesa, soprattutto in Europa. Noi intanto abbiamo approfondito e contestualizzato la figura di Debbie Cook, la sua carriera e la sua bordata di critiche al leader ecclesiastico David Miscavige.

Stamattina la storia della Cook è stata oggetto di Good Morning America della ABC e non ci siamo potuti astenere dal notare lo strano taglio della trasmissione. Il che ci ha portato a speculare che si trattasse di un estratto di un segmento più lungo - forse qualcosa che andrà in onda al Nightline di questa sera?

Se è così, allora significa che un numero ancora maggiore di persone verrà a conoscenza di questa storia e immaginiamo che si faranno molte domande su chi è Debbie Cook e di che cosa tratta la sua mail. Così nel pomeriggio abbiamo approntato una versione commentata dello scritto di Debbie e speriamo di essere di aiuto a chi non sapesse come districarsi in questa scioccante storia della crisi interna di Scientology.

Caro Amico, Ti sto mandando questa mail come amica e collega scientologist . Nell'approssimarci al nuovo anno, spero che il 2012 sarà per tutti gli scientologist un anno di grande disseminazione e di reale progresso sul Ponte.
Come abbiamo spiegato nella nostra introduzione a Scientology, i membri della chiesa vengono incoraggiati a fare corsi e a ricevere assistenza ("auditing") così da poter completare livelli sempre più costosi ed esoterici di comprensione di Scientology. Questa procedura è nota come "Ponte" per cui Debbie augura ai correligionari un anno di fruttuosi avanzamenti.
Sebbene ora io non appartenga più alla Sea Org, sono stata al suo servizio a Flag per 29 anni, 17 dei quali come Capitano di FSO. Sono una auditor addestrata oltre che una C/S, OEC, FEBC e DSEC.
Come scritto in precedenza, la Cook ha una specchiata carriera di capitano della Flag Service Organization il che la rese di fatto l'Amministratore Delegato [CEO - Chief Executive Officer] della mecca spirituale di Scientology a Clearwater, Florida. Tali incarichi sono ricoperti da dirigenti della "Sea Organization", il corpo centrale di élite di Scientology che richiede ai suoi operatori di firmare un contratto da un miliardo di anni e promettere di tornare, vita dopo vita, e dedicarsi totalmente alla causa. Mentre risaliva la gerarchia fino a diventare ufficiale comandante di Flag, Debbie è diventata un "supervisore del caso" (C/S), cioè qualificata alla supervisione del lavoro degli auditor sui casi individuali. Terminò gli studi anche in diversi settori amministrativi come l'Organization Executive Course (OEC), il Flag Executive Briefing Course (FEBC) e il Data Series Evaluator Course (DSEC). In altre parole, Debbie Cook era completamente addestrata in tutti i campi, aveva un passato illustre di dirigente quasi leggendaria di Flag e un'autorità immensa sullo scientologist medio che potrebbe ricevere la sua mail.
Sono totalmente dedicata alla tecnologia di Dianetics e Scientology e alle opere di LRH. Ho visto alcuni dei risultati più stupefacenti e miracolosi dell'applicazione della tecnologia di LRH e so con certezza che vale la pena lottare per mantenerla pura e inalterata.

Mio marito ed io siamo in good standing [nel pieno dell'ortodossia] e non abbiamo contatti con chi non lo è. Abbiamo risolutamente rifiutato di parlare ai media, anche se molti di essi ci hanno contattati.

Ma mantengo serie preoccupazioni sugli out-KSW che vedo permeare la religione Scientology.

Un altro concetto chiave da comprendere è che L. Ron Hubbard - morto nel 1986 - per gli scientologist è ancora l'unica e la sola "Sorgente" della loro "tecnologia". Quando nel 2007 l'attuale capo ecclesiastico David Miscavige mise in commercio una nuova serie di libri di Hubbard - i Fondamenti - disse di aver trovato errori di trascrizione fatti quando Hubbard li aveva pubblicati per la prima volta negli anni '50. In altre parole, le nuove edizioni erano addirittura più "pure" e "inalterate". Nel suo messaggio la Cook sta sottolineando che anche lei ci tiene alle parole e alle idee originali di Hubbard, ma dice di vedere un problema con la chiesa attuale la quale non sta seguendo Mantenere Scientology in Funzione [KSW] e perciò la chiesa attuale è permeata di attività "non KSW" [non conformi alla "Costituzione" hubbardiana rappresentata, appunto, dalla serie di direttive su come "Mantenere Scientology in funzione" - N.d.T.]
Ho il più profondo rispetto per le migliaia di scientologist dedicati e per i membri della Sea Org. Insieme abbiamo fronteggiato tutto ciò che questo mondo ci ha riservato e abbiamo avuto alcuni grossi contrasti con il mondo circostante. Sono orgogliosa dei traguardi che abbiamo raggiunto e so che lo siete anche voi. Tuttavia è indubbio che questa nuova epoca di continue raccolte fondi non è uno dei nostri momenti più felici.
Il tempismo della mail, Capodanno, è stato calcolato per ottenere il massimo effetto. Non solo agli event di Capodanno organizzati dagli scientologist si raccolgono un sacco di soldi (si veda ad esempio questo video) ma a novembre 2011 il St. Petersburg Times ha pubblicato una denuncia devastante dell'attuale ossessione della chiesa per i soldi dei propri fedeli. A differenza di precedenti denuncie dell'alta dirigenza di Scientology, questa serie ha rivelato ciò contro cui ogni scientologist sta al momento combattendo: la mania del management per le donazioni.
Nell'HCO PL del 9 gen. 1951, "Un saggio sul management", LRH dice:

«non rizzare nessun paravento fra l'organizzazione e il suo pubblico.» - LRH

Basandomi su questa policy, io ti sto comunicando alcune situazioni in merito alle quali dobbiamo fare qualcosa nell'ambito della nostra religione, dentro al nostro gruppo.

LRH - L. Ron Hubbard - non ha scritto soltanto molti libri che gli scientologist utilizzano, ma anche migliaia di "lettere direttive" ["policy letters"] che spiegano nel dettaglio ogni aspetto delle procedure di Scientology, del personale interno, della giustizia interna e dell'amministrazione.

Nell'argomentare il suo pensiero, la Cook fa brillantemente riferimento a citazioni dirette delle parole di Hubbard. Non è la sola Debbie Cook ad avere un problema con il modo in cui Scientology sta attualmente andando - è lo stesso LRH che ne sarebbe sgomento. È un'argomentazione veramente potente per un gruppo che considera Hubbard un semi-dio.

Le azioni non previste dalla policy o che violano direttamente le direttive di LRH e la sua tech comprendono il regging estremo e le attività di raccolta fondi diventate ormai parte integrante di quasi tutte le org Sea Org o le org di Classe V e di tutti i "Comitati OT". Nessuna delle direttive di LRH parla di tali raccolte fondi.
Nel gergo Scientology è il "registrar" che ha il compito di convincere i fedeli a versare somme ulteriori per servizi o donazioni (però, in particolare dopo la pubblicazione dei Fondamenti, moltissimi dirigenti o operatori ordinari devono collaborare alle vendite e alle raccolte fondi. «Il modello esemplare degli scientologist dovrebbe essere l'auditor. Ma gli auditor si sono trasformati in addetti alla raccolta fondi», dice l'ex membro Sea Org Chuck Beatty.)

L'azione di chiedere donazioni è nota come "regging" e qui Debbie si lamenta di "regging estremo". Nelle "org" - chiese" - individuali, OT (membri della chiesa di alto livello) volontari si riuniscono in "Comitati OT" che a loro volta raccolgono denaro per nuovi edifici, come potete vedere in questo notevole video che abbiamo pubblicato l'anno scorso e che mostra un "presidente OT".

I membri della Sea Org e gli staff devoti delle org di tutto il mondo che lavorano così duramente, non hanno certo scelto di comportarsi così. E nemmeno gli OT. Sono sicura che sarebbero felicissimi di potersi dedicare unicamente alla diffusione di Scientology, come hanno fatto per tanti anni.

La verità è che la spinta proviene dai vertici supremi della struttura Scientology ed esiste chiaramente molta pressione per raggiungere i target prestabiliti.

Curando unicamente i propri interessi - e con ciò sottoponendo gli scientologist a continue raccolte fondi - la chiesa non dedica tempo sufficiente al reclutamento di nuovi fedeli, cioè alla "disseminazione" di Scientology. Come abbiamo scritto lo scorso anno, esistono molte prove che la chiesa si sta contraendo. Forse in tutto il mondo non esistono più di 40.000 scientologist attivi, cifra ben lontana dai 10 milioni di cui parla la chiesa.
La IAS: La [International Association of Scientologists] è stata creata nel 1984 da Marc Yager e David Miscavige all'insaputa di LRH. Si dice che sia basata sulle direttive di LRH in merito al tesseramento alla HASI, tuttavia la IAS non ha nulla a che fare con il sistema di tesseramento descritto da LRH, che contemplava soltanto due tipi di tesseramento. L'argomento è trattato nella HCO PL del 22 Mar. 1965 "Riassunto del programma attuale per la promozione e l'organizzazione - compendio sui tesseramenti" che dice:

«Ci sono due tipi di tesseramento...» - LRH

«Debbie ha assolutamente ragione. Nel 1983 ero in ufficio che lavoravo al mio progetto e fui testimone quando i dirigenti di CMO Int cominciarono il progetto per fondare la IAS», racconta Chuck Beatty, ex membro della Sea Org che oggi funge da storico non ufficiale della chiesa. «Non ritennero di dover disturbare Hubbard con i dettagli di ciò che stavano progettando.»

Beatty sostiene che la IAS fu creata per raccogliere fondi a sostegno di Scientology nelle sue battaglie legali e per farlo in veste di organizzazione no profit. «Uno dei suoi scopi era eludere l'IRS» racconta Beatty, ricordandomi che nel 1983 Scientology non godeva dell'esenzione fiscale (ottenuta soltanto nel 1993). Secondo Beatty, i dirigenti che fondarono la IAS volevano ottenere donazioni dai membri al fine di creare un "fondo guerra" per le battaglie di Scientology.

In essa, LRH elenca il TESSERAMENTO ANNUALE INTERNAZIONALE e fissa la quota in 10 sterline o 30 dollari. Cita poi un TESSERAMENTO VITALIZIO la cui quota ammonta a 75 dollari. Non esistono altri tesseramenti o status approvati o noti a LRH. [Nota del traduttore: sono in possesso delle direttive citate, anche della "traduzione pilota" ufficiale in italiano da cui sto attingendo per riportare correttamente titoli e passi, e confermo quanto sostenuto dalla Cook.]

Inoltre i soldi del tesseramento dovrebbero andare direttamente all'org in cui si fa la tessera e il denaro deve essere usato per la disseminazione di quell'org, in quell'area.

Quanto sopra viene trattato nella HCO PL 1 Sett. 1965R, "Policy sui tesseramenti":

«Il tutto va nel Conto Libri di HCO della zona dov'è stato acquistato il tesseramento e non fa parte delle entrate lorde settimanali dell'organizzazione. Le somme di denaro ricavate dal tesseramento sono destinate alla disseminazione.» - LRH

Attualmente i soldi del tesseramento vengono trattenuti come riserve di Int. e ammontano a ben oltre un miliardo di dollari. In violazione alla suddetta direttiva, è stata spesa solo una piccola parte di quell'importo. Sono stati usati soltanto gli interessi, e in misura molto limitata, per finanziare progetti grazie a dei mutui. In realtà molte delle attività che vedete agli event della IAS non sono realmente finanziate dalla IAS, ma dagli scientologist coinvolti.

L'affermazione della Cook secondo cui Miscavige e la chiesa hanno accantonato un miliardo di dollari in riserve in contanti è una delle cose più discusse della sua e-mail. Scientology ha veramente tanti soldi a disposizione? Beh, atteniamoci a quanto sappiamo.

Poco più di un mese fa, il St. Petersburg Times (ora Tampa Bay Times) ha pubblicato la sua più recente e avvincente denuncia della chiesa, concentrandosi sull'ossessione di Scientology per le raccolte fondi. Joe Childs e Tom Tobin hanno fornito tre cifre molto rivelatrici:

«Scientology incamera cifre astronomiche: 100 milioni di dollari l'anno soltanto dai servizi venduti a Clearwater; almeno 250 milioni arrivati dal 2006 nelle casse della International Association of Scientologists [IAS]; decine di milioni per i nuovi edifici chiamati "Org Ideali" e altri incalcolabili milioni derivanti dalla vendita dei nuovi volumi delle sacre scritture della chiesa.»

Le nostre fonti suggeriscono che il St. Pete Times sia stato estremamente prudente nelle sue stime. Ci dicono che gli incassi per i servizi di Flag degli ultimi sei anni ammontano a una media di 138 milioni l'anno e che i Fondamenti, ripubblicazione dei libri chiave di Hubbard, lanciati nel 2007 - hanno fatto incassare altre centinaia di milioni.

Ma Beatty mi dice che era proprio Hubbard a volere a disposizione un sacco di contanti: «Hubbard non voleva che la chiesa accantonasse grosse riserve. Le sue indicazioni erano che dovevamo averne a sufficienza affinché la chiesa potesse sopravvivere per cinque anni anche se non fosse entrato un solo centesimo. Il nostro obiettivo era quello.»

La Cook però si lamenta che nonostante tutta quella disponibilità, i soldi non stanno venendo spesi come voleva Hubbard...

Pensaci, quanti annunci pubblicitari per la disseminazione di Scientology, Dianetics o di programmi affiliati a Scientology hai visto alla TV? Ascoltati alla radio? Visti sui giornali? Nei 4 anni vissuti a San Antonio, Texas, la 7ima città degli Stati Uniti, non ne ho visto uno. E tu quanti ne hai visti?
Forse Debbie Cook non ha visto molte pubblicità ma la mia esperienza è diversa. Almeno su Internet, Scientology sembra onnipresente. E si fanno vedere in spazi come Hulu, dove hanno parecchi passaggi.

Beatty riconosce che forse la Cook non ha sufficiente familiarità con Internet per essere al corrente di tutta la sua pubblicità. D'altra parte, sottolinea, Scientology non fa più quel tipo di massicce campagne televisive che faceva sotto la guida del dirigente marketing Jefferson Hawkins negli anni '80.

Donare alla IAS un soldo in più alla tessera vitalizia non è in linea con le direttive di LRH. L'articolo "Che cosa comprano le vostre donazioni" (The Auditor, Rivista mensile di Scientology N. 51, 1970) parla chiaramente di come la chiesa utilizza le tue donazioni per i servizi di Dianetics e Scientology. La prossima volta che qualcuno ti chiede di donare per cose che non siano servizi, renditi conto che si sta facendo una raccolta fondi e chiedi di vedere qualcosa di scritto da L. Ron Hubbard, che è poi quanto ci si aspetta da te come scientologist.
Ora siamo arrivati alla parte veramente difficile della mail inviata ai correligionari. A questo punto i fedeli si sentono chiedere di pensare con la loro testa e di parlare, piuttosto che accettare semplicemente ciò che viene loro detto dai funzionari della chiesa.

Come ci ha spiegato Jason Beghe l'altro giorno, si tratta di una suggestione radicale dei membri devoti. Beghe è un attore veterano di film e serie televisive e negli anni '90 è stato un membro celebrato di Scientology. Nel 2008 annunciò la sua fuoriuscita e da allora non le ha risparmiato critiche. «So che è difficile capire come si possa essere così ottusi. Ma sei come in trance. Se però a parlare è qualcuno di quell'importanza, l'effetto c'è. Quella gente non riesce a pensare con la sua testa» ci ha detto l'attore, «il che è particolarmente ironico perché quando entrano in Scientology si sentono dire che impareranno a fare proprio quello. A un certo punto si sveglieranno. O almeno lo spero.»

Nuovi edifici delle org: LRH non ha mai ordinato che le org acquistassero edifici opulenti o mobili e restauri lussuosi.

In realtà, se leggi la HCO PL 12 Mar. 75 Pubblicazione II, "L'org ideale", come questo programma è stato definito, non vi troverai da nessuna parte LRH che descrive una "Org Ideale" come un edificio da 20 milioni di dollari o dei riferimenti al lusso dei locali. Al contrario, un'org ideale era quella che consegnava e faceva progredire la gente sul Ponte - cosa non prevista nell'attuale programma "Org Ideale".

In quella PL, LRH dice che un'Org Ideale:

«Sarebbe pulita e piacevole così da non disgustare il suo pubblico.» - LRH

Questo è tutto ciò che LRH dice sullo stato dell'edificio.

Secondo Beatty, questa critica della Cook è devastante. Nell'ultimo decennio infatti gli scientologist hanno subito pressioni incredibili per raccogliere fondi destinati a nuovi edifici lussuosi in sostituzione alle org attuali - molte delle quali sono semivuote e non hanno bisogno di trasferirsi. Beatty spiega che la Cook sta dimostrando che l'idea di Hubbard dell'"Org Ideale" era basata sulla sua capacità produttiva - non sul suo aspetto. «Hubbard avrebbe destituito Miscavige anche solo per questo. In sostanza [Miscavige] ha eliminato i progetti a lungo termine di LRH per il movimento», continua Beatty. «Hubbard voleva organizzazioni delle "dimensioni di Saint Hill". Non ha mai spinto per le "Org Ideali".»

Beatty si sta riferendo allo status leggendario del Maniero di St. Hill - la casa inglese di Hubbard - che negli anni '60 era nota per la sua grande attività e produttività, dove si addestravano gli auditor e dove i fedeli progredivano sul "Ponte". Da allora le org si misurano in riferimento alle "dimensioni di St. Hill" (sebbene non sia del tutto chiaro che cosa significhi "dimensioni di St. Hill", serie di criteri che paiono parecchio elusivi.)

La Cook sta accusando Miscavige di essersi sbarazzato del progetto originale di Hubbard - avere locali pieni di attività e puliti, benché modesti - e di averlo sostituito con la costituzione di un impero immobiliare mondiale, palazzi lussuosi e semivuoti. Intanto i membri subiscono pressioni incessanti per finanziare quei progetti, come abbiamo visto nei video pubblicati sulle nostre pagine.

Esito di questa alterazione off-policy della PL sull'Org Ideale è che la maggioranza degli OT di alto livello, oggi chiamati "Ambasciatori OT", sono fortemente impegnati in attività di raccolta fondi che comprendono "tombole", "cene dei pirati", "lezioni di lavoro a maglia", "raccolte del fieno" e molte altre attività che ruotano attorno ai soldi necessari per finanziare le loro "Org Ideali" multimilionarie. Chi gravita attorno a ogni singola org si sente ora chiedere donazioni per la propria "Org Ideale" invece che per i propri servizi e per il proprio Ponte.

Nell'HCO PL "Org, Etica e Tecnologia" LRH dice:

«SBARAZZATEVI DELLE COSE CHE DISTRAGGONO DA SCIENTOLOGY,presenti nella vostra org. Baby-sitting, biglietti della lotteria e altre assurdità» - LRH

Qui la Cook segna un gol fantastico. Come abbiamo detto lo scorso anno, non solo Miscavige fa partecipare gli scientologist di tutto il mondo a rituali particolarmente imbarazzanti per convincersi a vicenda a donare fino a farsi del male, ma Miscavige stesso sembra divertirsi a guardare i suoi seguaci impegnati in stupidaggini del genere.

Lo scorso anno abbiamo pubblicato un video che mostra Miscavige intento a descrivere come gli scientologist europei avessero organizzato quelle "cene dei pirati" e corbellerie simili. Vi prego di notare il modo in cui Miscavige le descrive, con la voce piena di derisione.

Ma queste distrazioni dilagano e vengono usate per raccogliere fondi, per raggiungere le quote stabilite per finanziare le "Org Ideali".

«Se l'org subisce un declino ... non mettetevi a "raccogliere fondi" o "vendere cartoline" o farvi prestare denaro.

Semplicemente realizzate più entrate con Scientology. Cercare soluzioni straordinarie per le finanze, all'esterno di Scientology, è segno di management molto scadente. Questo si è sempre risolto in un fiasco.

Per le org come per i pc: "Si risolve con Scientology".

Io stesso, ogni volta che ho cercato di sistemare le finanze o il personale con altri mezzi piuttosto che con Scientology, ho fallito. Così posso dire per esperienza personale che la solvenza delle org consiste in "più Scientology", e non in pettini brevettati o in barbecue per raccolta di fondi.»
HCO PL 24 Feb. 1964, Pubblicazione II, "Programmazione dell'Org" .

Il punto è che scientologist e OT hanno bisogno di essere in addestramento, in auditing e di disseminare al pubblico grezzo - non di reggiarsi a vicenda o di tenere raccolte fondi interne.

Molti ex scientologist mi hanno raccontato che la loro disillusione per la chiesa è iniziata proprio per le modalità con cui il loro viaggio "su per il ponte" veniva rallentato. Magari restavano impantanati per anni su un particolare livello, spendevano un sacco di soldi per l'auditing ma non ottenevano mai "guadagni" o "vittorie".

L'attenzione costante sulle donazioni esacerba ulteriormente la situazione perché i seguaci si rendono conto di non poter progredire in quanto tutto il loro denaro se ne va per cose come la IAS o i nuovi edifici. Per molti membri correnti, poi, l'ammonizione della Cook - che queste raccolte fondi stanno impedendo il loro progresso spirituale - toccherà probabilmente un nervo scoperto.

Out Tech: Negli ultimi anni abbiamo visto letteralmente centinaia e centinaia di persone che avevano raggiunto clear con il CCRD sviluppato da LRH e che si sono sentite dire di non essere Clear. Tra di loro anche centinaia di OT che sono stati "maneggiati" con NED. Nel bollettino "Dianetics vietata per gli OT" LRH proibisce chiaramente di percorrere Dianetics sugli OT. È un out-tech. Tutto questo "maneggiamento" tecnico è stato ordinato personalmente da COB RTC ed è stato fatto su migliaia di OT. Ma non si basa su un bollettino tecnico HCO di LRH, si basa piuttosto su una singola istruzione al C/S in cui LRH C/Sava un pre-OT che non aveva raggiunto lo stato di clear ma che era in mezzo a OT III e non ce la faceva. LRH ordinò un maneggiamento che il pre-OT doveva fare per raggiungere lo stato di Clear. Quel C/S di LRH è stato estrapolato dal suo giusto contesto ed è stato poi usato per dare efficacia a un maneggiamento tecnico in chiara violazione a un HCOB di LRH.
Questo passaggio è zeppo di gergo scientologico sugli insegnamenti di livello superiore ("NED" è Dianetics della Nuova Era, "OT III" è Thetan Operante Livello Tre, ecc.) ma Beatty mi ha aiutato a levarci le gambe. Ecco la sua spiegazione: «Debbie sta facendo un esempio del fatto che Miscavige ha preso un singolo commento di Hubbard relativo al caso di una singola persona e lo ha applicato all'intero movimento trasformandolo in direttiva, con risultati tremendamente dannosi.» La conclusione è stata che moltissimi scientologist di lungo corso e altamente addestrati si sono sentiti dire che l'addestramento fatto non era corretto e quindi dovevano rifare livelli che gli erano già costati migliaia di dollari. Fuoriusciti famosi come Tory Christman e Jason Beghe dicono di aver ricevuto l'ordine di rifare i livelli e fu a quel punto che cominciarono a porsi domande su Miscavige e la chiesa.
Questi e altri "maneggiamenti tecnici" fatti sugli auditor di Solo NOTs hanno causato forti esborsi e difficoltà agli auditor di Solo NOTs di tutto il mondo che si sono visti imporre quei maneggiamenti per poter continuare il livello.
Beatty mi ha descritto il Solo New Era Dianetics per OT (Solo NOTs) in questo modo: «È un lunghissimo esorcismo che si fa da soli, su se stessi.»
Poi ci sono i "gradi veloci di Flag" che nessun'altra org ha. Com'è possibile che negli ultimi 3 anni Flag stia consegnando i gradi in modo diverso dal resto del mondo? Qualunque sia il problema, resta il fatto che se a Flag esistono "gradi veloci" allora è stata creata una linea occulta di dati, il che è un ALTO CRIMINE e argomento di un'intera lettera direttiva intitolata HCOPL "Degradazioni tecniche" che LRH ha collocato all'inizio di ogni corso di Scientology.

Pare che negli ultimi tempi la moda sia che quasi tutti devono "rifare il Purif e fare un lungo programma degli Oggettivi", tra di essi anche parecchi OT che sono in mezzo a Solo NOTs.

Non c'è nulla di sbagliato nel fare gli oggettivi, ma costituisce chiara violazione del HCOB "Mischiare rundown e riparazioni" interrompere chi sta in mezzo a un rundown o a un livello OT e metterlo su un programma di oggettivi.

Gli auditor di Solo NOTs devono poi fare gli oggettivi con un auditor di Classe IX e questo costituisce spese ingenti visto che non li possono fare in co-audit.

Io stessa sono stata sottoposta a questi "maneggiamenti" out-tech tra cui un approfondito FPRD in mezzo a Solo NOTs. Ho dovuto pagare il conto in molti modi tra cui delle situazioni fisiche con cui sono ancora alle prese. Ho perciò realtà sulle difficoltà che può provocare.

Dobbiamo limitarci a prendere per buone le parole della Cook secondo cui il modo standard per diventare uno sciamano intergalattico esteriorizzato e sovrumano è stato pasticciato a più livelli e possiamo desumere che tutto questo offenderà mortalmente l'hubbardita ortodosso.
La struttura di commando di LRH: LRH ci ha lasciato una struttura di commando complessa ed equilibrata, la direzione delle org è affidata all'Ufficio dell'ED International. LRH pensava che questo ufficio fosse così importante che creò uno speciale gruppo dirigenziale chiamato Watch Dog Committee il cui unico scopo era provvedere a che questo ufficio e gli altri strati dirigenziali necessari fossero in esistenza. La LRH ED 339R tratta approfonditamente di questo argomento in quanto protezione per la nostra Chiesa. Ma queste persone mancano. E non ne manca soltanto qualcuna. La situazione di qualche anno fa era che nell'ufficio di ED Int non c'era nessuno, era scoperto, per non parlare dei massimi dirigenti di tutta la struttura del Management Internazionale.
Qui torniamo a questioni interessanti. Come abbiamo scritto mercoledì scorso, la Cook sperimentò il vuoto di leadership verificatosi a metà anni 2000 quando David Miscavige fece piazza pulita di tutti i funzionari di alto livello che aveva intorno e li spedì nel "Buco", un'infernale sorta di prigione attiva nell'elusiva base Scientology del deserto californiano (giusto per averne un'idea, immaginate di essere rinchiusi nel vostro ufficio assieme ai colleghi e di restarci per un paio d'anni, di riuscire a uscirne soltanto quando, sotto scorta, vi ordinano di marciare verso un lago e di buttarvi dentro tutti assieme).

«Il suo punto è del tutto valido», mi dice Beatty. «Miscavige ha decimato i due massimi consigli del movimento - il Watchdog Committee e l'Executive Strata.»

La struttura voluta da Hubbard pare prevedesse l'esistenza di un sistema di pesi e contrappesi tra le molte entità che aveva creato, invece Miscavige ha spazzato via o fatto scomparire nella "Int Base" i suoi massimi dirigenti tra cui Heber Jentzsch, ancora nominalmente "presidente" della Church of Scientology International ma che nessuno vede più da anni.

Potresti anche chiederti... dov'è Heber, il Presidente della Chiesa? Che ne è stato di Ray Mithoff, Senior C/S International, quello a cui LRH consegnò personalmente i livelli OT superiori? Che fine ha fatto Norman Starkey, il Fiduciario di LRH? Che cosa è successo a Guillaume - Direttore Esecutivo Internazionale? E a Marc Yager, Presidente del WDC? Che fine hanno fatto tutti gli altri dirigenti del Management Internazionale che nel corso degli anni hai visto ai vari event?

La verità è che io ho lavorato per settimane intere in un edificio deserto dell'International Management di Int. Vuoto e deserto perché tutti i suoi dirigenti sono stati tutti destituiti dai loro incarichi. Quando sono arrivata uplines David Miscavige mi ha spiegato in dettaglio quanto tutti loro fossero degli inetti e come avessero fatto molte cose del tutto riprovevoli. Questo sembrò "spiegare" il fatto che tutto il Watchdog Commitee era stato azzerato. Che tutto l'Executive Strata, che consisteva dell'ED International e di altri 11 massimi dirigenti internazionali, massimi dirigenti nei loro specifici campi d'azione, non esisteva più. Che la Commodore's Messenger Org International non esisteva più. Tutte queste strutture di comando, volute e poste in essere da LRH in quanto cruciali per Scientology International, sono state spazzate via.

Ho trovato centinaia e centinaia di lettere a cui non era mai stata data risposta, staff delle org che chiedevano aiuto in base alla LRH ED 339R in cui LRH dice che lo staff può scrivere a questi dirigenti di vertice dell'Exec Strata per essere aiutati. Ma dare quell'aiuto è impossibile perché tutti i dirigenti sono stati tolti dai loro incarichi e non c'è nessuno ad aiutare, a fare valutazioni e a programmare l'espansione di Scientology.

Bene, dopo quell'esperienza ho trascorso diverso tempo prezioso ["quality time" nel testo: il tempo che si dedica a se stessi e agli affetti - N.d.T.] con Heber, Ray Mithoff, Norman Starkey, Guillaume e con tutto quello che all'epoca costituiva la totalità dell'International Management, tutta gente destituita dai propri incarichi e messa su lunghissimi e severi programmi di etica. Programmi che sono in corso da anni, con l'unico risultato che nessuno è più al lavoro. Non possiamo negare che tutti quei massimi dirigenti sono gradualmente spariti di scena. Non li vedi più ai grandi event o sulla nave per il Maiden Voyage.

"Quality Time" eh? Qui la Cook si fa veramente impertinente. I destinatari della mail potrebbero essere così ottusi da non rendersi conto che nel 2007 la stessa Cook venne messa nel "Buco" ed è quello il motivo per cui ha trascorso del "tempo prezioso" con Jentzsch e gli altri dirigenti imprigionati da Miscavige. Come abbiamo riferito mercoledì, anche la Cook pare abbia subito uno straziante attacco omofobico:

«Debbie trascorse le successive dodici ore ritta in piedi dentro un grande bidone dei rifiuti davanti a un centinaio di persone che le versavano acqua addosso, la investivano di improperi e pretendevano che confessasse le sue "tendenze omosessuali". Durante quella tortura le avevano messo al collo dei cartelli uno dei quali, scritto con un pennarello fluorescente, diceva "LESBICA". Nel corso dell'interrogatorio Debbie fu ripetutamente schiaffeggiata in volto da altre donne. Ma non cedette mai.» Un anno dopo quell'episodio, Debbie era già uscita dalla Sea Org e dallo staff della chiesa. Dice di essere rimasta un membro ortodosso, ma ora che ha spedito questa mail le cose sono destinate a cambiare.

Ora David Miscavige è diventato il "leader" della religione Scientology. Ma ciò che LRH ci ha lasciato era una grossa struttura per dirigere adeguatamente tutti gli aspetti della religione Scientology. Mise in piedi una struttura organizzativa completa e brillante, non mise lì un solo singolo individuo. Non sarebbe mai dovuto esistere un "leader" salvo LRH, che ha fissato gli obiettivi del nostro gruppo.

Qui c'è una situazione e anche se non sei mai stato alla Base del Management Internazionale dovresti essere in grado di vedere che il regging eccessivo e le frequenti modifiche tecniche non sono OK e tu hai la responsabilità di fare qualcosa per Mantenere Scientology in Funzione. Dovresti essere in grado di trovare e leggere i riferimenti sul tesseramento nel volume 6 dell'OEC. Di trovare e leggere l'HCO PL intitolata "L'organizzazione Ideale" (Data Series 40). Di trovare e leggere i riferimenti sugli edifici delle org, tra cui l'HCO PL 24 ago 65 II, "La pulizia dei locali e dello staff - miglioriamo la nostra immagine" e anche la HCO PL 17 giu 69 "L'immagine dell'organizzazione".

Se non vuoi sollevare polvere o metterti in pericolo, o essere tolto dal livello o vederti negata l'idoneità, ci sono alcune semplici cose che puoi fare. Prima e soprattutto, non dare più il tuo accordo ad azioni off-policy. Smetti di donare per qualunque cosa non siano i tuoi servizi e il tuo effettivo progresso sul Ponte. Chiedi semplicemente di vedere una reference di LRH che dica che devi fare altre donazioni di quel tipo. Nessuno sarà in grado di fornirtele perché non esistono.

La Cook torna di nuovo alla nozione radicale che gli scientologist devono opporsi alla dirigenza. Ma che succede, realmente? Beh, ecco un esempio di ciò che abbiamo letto su Facebook mentre i destinatari dell'e-mail reagivano a quelle idee...

«È una lettera che mescola maliziosamente verità e riferimenti a LRH e mezze verità, non verità e disaffezione», ha scritto una scientologist europea che ha inviato un avviso di allarme ai suoi amici. Poi informa di avere mandato un rapporto all'Ufficio degli Affari Speciali della chiesa - OSA, la branca che si occupa di spionaggio e attività sotto copertura - e di essere disponibile ad aiutare chiunque abbia bisogno di "materiale dead agenting" sulla Cook. In altre parole, materiale diffamante che potrebbe essere utilizzato per convincere gli scientologist che non bisogna credere alla Cook.

È chiaro che la battaglia di Debbie non sarà facile.

Smetti di dare il tuo aiuto alle attività della tua area fatte per promuovere raccolte fondi off-policy.

LRH dice che cosa si aspetta da uno scientologist - ciò che si aspetta da te. Infatti lo dice chiaramente nell'HCOB 10 giugno 1960, Pubblicazione I, "Serie di Mantenere Scientology in funzione N. 33, Che cosa ci si aspetta da uno scientologist". Leggila e seguila.

L'altra cosa che puoi fare è spedire questa mail al maggior numero di persone, anche in forma anonima.

Per favore, mantieni questa mail nella cerchia degli scientologist. I media non c'entrano. Ti potresti chiedere perché non ho scritto un KR ["Rapporto per Conoscenza"] e non sia tornata ai miei affari. La risposta è che lo ho fatto. Ma non c'è più nessuno a cui inviare un KR.

La Cook sembra molto ingenua sul funzionamento di Internet. Nel giro di pochi minuti dal suo invio a migliaia di contatti, la mail è stata mandata anche ai giornalisti.
Ma tu puoi e dovresti scrivere rapporti e portare gli off-policy all'attenzione dei funzionari locali delle org e ai membri Sea Org locali.

Siamo un gruppo forte e potente e possiamo determinare un cambiamento. Siamo sopravvissuti a molte tempeste. Mi dispiace dover essere io a dirtelo, ma una nuova tempesta si sta per abbattere su di noi. Le sue ondate hanno già colpito i media e il mondo che ci circonda.

La verità è che in quanto scientologist tu sei più abile, più percettivo e hai una maggiore integrità. Scientology ti deve permettere di "pensare con la tua testa" e di non compromettere mai la tua integrità. LRH riteneva sicuramente ogni scientologist responsabile di MANTENERE SCIENTOLOGY IN FUNZIONE.

Come abbiamo riferito mercoledì, la storia personale della Cook rimanda a comportamenti un po' meno ideali, in particolare nei modi che anche lei ha usato per le raccolte fondi che ora condanna. Ma diversi ex scientologist di primo piano mi hanno detto che la Cook stava solamente eseguendo degli ordini e che la sua integrità personale è sempre stata molto forte.
Non sto cercando di fare nulla se non provocare un cambiamento nelle gravi attività off-policy in corso. Quasi tutta la famiglia mia e di mio marito e molti nostri cari amici sono scientologist. Non ho alcun interesse a infilare la testa nel cappio in questo modo.

Tuttavia so di aver dedicato tutta la mia vita adulta al sostegno di LRH e all'applicazione della tecnologia di LRH e se dovessi guardare LRH dritto negli occhi non sarei in grado di dirgli che ho fatto il possibile per Mantenere Scientology in Funzione se ora non mi dessi da fare.

Tutti abbiamo la nostra parte di responsabilità. Semplicemente, non è possibile leggere le reference di LRH e non vedere le alterazioni e le violazioni attualmente in corso.

Renderti disponibile la traduzione di questo e dei numerosi articoli collegati ha comportato decine di ore di lavoro gratuito. Contribuisci a difendere questo sito e il suo importante ruolo informativo facendo una una

Hai un dovere molto semplice verso LRH. Quello di non partecipare ad alcunché di off-policy e di far sì che gli altri sappiano che non lo devono fare. Se tutti quelli che leggono questa mail si astenessero semplicemente dal partecipare ad azioni off-policy avremmo già cambiato direzione. Se prendiamo tutta quell'energia e la indirizziamo verso l'auditing, l'addestramento e la disseminazione, vinceremo.

Ed è ciò che nel salutare il nuovo anno auguro a te e a tutti.

ARC,

Debbie Cook

"ARC" - affinità, realtà, comunicazione - è il saluto standard degli scientologist e si riferisce a un concetto fondamentale di Hubbard che i membri della chiesa utilizzano per esprimersi affetto reciproco. Alla fine Debbie sta cercando di fare del suo meglio per toccare il cuore scientologo dei colleghi scientologist. Il suo intento non è criticare Hubbard o Scientology, solo la leadership di Miscavige, il modo in cui egli ha consolidato il suo potere e ha sfinito i suoi seguaci con tutte quelle richieste di soldi.

Spero che queste note e commenti abbiamo aiutato il lettore a meglio comprendere gli intenti della Cook e a rendersi conto di quanto il suo messaggio potrebbe avere un effetto dirompente sugli scientologist esausti dalle raccolte fondi e ostacolati nel loro progresso sul Ponte, affinché comincino a nutrire dubbi sul minuscolo leader a capo della loro organizzazione.

 
 
 
INDICE
 
 
 

Copyright © Allarme Scientology. L'utilizzo anche parziale dei materiali di questo sito - testi, traduzioni, grafica, immagini, digitalizzazione e impaginazione - con qualsiasi mezzo e su qualsiasi supporto, non è consentita senza il preventivo consenso scritto del gestore del sito. Per richieste e chiarimenti contattare: allarmescientology@email.it